Li Stanno Uccidendo Uno Ad Uno: Un Altro Medico Libero Muore In “Circostanze Misteriose”

LI STANNO UCCIDENDO UNO AD UNO: UN ALTRO MEDICO LIBERO MUORE IN “CIRCOSTANZE MISTERIOSE”

Il medico di famiglia americano Vladimir “Zev” Zelenko , che era salito alla ribalta durante le prime fasi della pandemia di Covid-19 parlando contro Big Pharma e promuovendo trattamenti alternativi, è morto a casa sua giovedì.

Aveva quarantanove anni.

Zelenko era nato a Kiev, in Ucraina, nel 1973 e si era trasferito negli Stati Uniti con la sua famiglia all’età di tre anni, stabilendosi a Brooklyn, New York.  

Frequentò la scuola di medicina presso l’Università di Buffalo, conseguendo un dottorato in medicina nel 2000.

Zelenko diventò famoso sviluppando il “Protocollo Zelenko”, un trattamento per il Covid-19 costituito dal farmaco antimalarico idrossiclorochina, dall’antibiotico azitromicina e da solfato di zinco.

Secondo quanto riferito, ha curato centinaia di pazienti usando questa combinazione di farmaci e minerali da assumere in cinque giorni di trattamenti.

Il metodo messo a punto dal dottor Zelenko fu approvato dall’allora presidente Donald Trump, che nel maggio 2020 disse di aver iniziato a prendere l’idrossiclorochina contro il coronavirus, dopo che Zelenko gliel’aveva raccomandata.

Sebbene l’efficacia del trattamento di Zelenko sia stata respinta da Big Pharma e dalla comunità medica tradizionale, un numero enorme di persone afferma di essere stato curato e guarito da Zelenko.

L’anno scorso Zelenko disse a un intervistatore che “informazioni di alto livello” gli avevano detto che era “il numero due” nella “lista degli assassini di Big Pharma”.

“Il mondo dovrebbe sapere quanto siamo diventati importanti in quanto minaccia per l’industria farmaceutica. Non mi preoccupo di queste cose, perché Dio ha molti modi per portarmi fuori da questo mondo”.

Zelenko disse all’intervistatore che non aveva paura di morire.

Gli interessava solo rendere la vita “migliore per l’umanità”.

In un’altra intervista, Zelenko avvertiva che è in corso uno sforzo concertato per mettere a tacere i medici che dicono la verità come lui, e affermava che se fosse morto presto non sarebbe stato per problemi di salute, o per suicidio.

Nel messaggio il dottor Zelenko indicava che la guerra dell’establishment contro i rivelatori della verità nell’industria medica stava per diventare eccessiva e che le brave persone avrebbero dovuto sollevarsi per impedire che tale guerra abbia un impatto sulla prossima generazione.

“Il governo ora è disperato”, diceva Zelenko. “I tiranni sanno che la loro fine sta arrivando e ora svilupperanno in pieno la tirannia cercando di sopprimere voci come la mia”.

Zelenko Labs, un’organizzazione fondata da Zelenko per promuovere i suoi trattamenti medici, ha rilasciato oggi una dichiarazione in cui scrive: “Il dottor Zelenko era un medico, scienziato e attivista per i diritti medici che ha toccato la vita di milioni di persone. Alcuni sono stati salvati da lui, e ancora di più sono stati ispirati dalle sue parole”.

“È con immenso dolore che annunciamo la scomparsa del nostro fondatore, il dottor Vladimir ‘Zev’ Zelenko”, aggiunge il comunicato.

Il dottor Zelenko lascia la moglie e otto figli.

Il suo nome, come quello di tanti eroi caduti nella lotta di libertà in questi 30 mesi, riechegerà nell’eternità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.