La postmodernità

Aleksandr Dugin

La postmodernità non è solo lo stile e il paradigma dell’epoca, ma anche l’algoritmo secondo il quale opera la coscienza della persona media, di qualsiasi persona di mentalità chiusa (e anche “distante”, come mostra Husserl quando lascia il dipartimento o il laboratorio).

La postmodernità è un’ironica sovrapposizione di frammenti che viola e addirittura esclude ogni sistematizzazione, ogni organizzazione coerente e ordinata di una serie di conoscenze, interpretazioni, generalizzazioni, deduzioni e figure retoriche.

In sostanza, la postmodernità simula la coscienza di un idiota ma, a differenza di quest’ultimo, ha una strategia e un obiettivo per cui lo fa.

(Fonte: https://t.me/ideeazione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *