Modello Carcere Per il Nuovo Ordine Mondiale

MODELLO CARCERE PER IL NUOVO ORDINE MONDIALE

Stanno edificando una galera a cielo aperto, un lager globale dove rinchiudere individui senza radici e futuro.

In trenta mesi di presunta pandemia è stata negata la libertà di movimento, sospesa la possibilità persino di votare, ridotti gran parte dei diritti civili.

Siamo stati addirittura messi per settimane agli arresti domiciliari.

Per mesi in sorveglianza speciale, costretti al coprifuoco e ad uscire a fasce orari.

Hanno tenuto chiuso attività e negozi.

Siamo stati sottoposti, a colpi di informazione a senso unico, a una rieducazione forzata.

Siamo stati controllati, spiati, persino rincorsi da droni.

Le città sono state riempite da posti di blocchi e checkpoint.

Per andare a lavoro ci hanno costretto ad essere codificati o vaccinati.

Chi non si è piegato è rimasto senza salario, isolato dalla società, affamato e criminalizzato.

Chi è sceso in piazza a gridare lavoro e libertà è stato picchiato e manganellato!

Chi ha osato ribellarsi è stato rinchiuso nelle patrie galere!

Per mesi!

Proprio quanto accade dentro una cella!

In 30 mesi, in un golpe globale, hanno edificato la loro Babele, un mondo senza Dio, frontiere e diritti sociali! Una disumanità senza vita e futuro, codificata e trans-umana; vaccinata, distanziata e imbavagliata; controllata, spiata e sorvegliata! Precarizzata, digitalizzata e impoverita. Con un super-governo dove i nuovi ministri sono Oms, Nato, Ue, Bce, Wto, Onu, Unicef… dove nazioni, popoli e famiglie non esistono più in nome dell’individuo globalizzato nel nuovo “carcere mondiale”.

Tutti come zombie di Romero in un globo trasformato in un lager a cielo aperto…

Un commento su “Modello Carcere Per il Nuovo Ordine Mondiale

  1. Economia da crisi del 1930. Venti di guerra terrorizzano il mondo intero. Pandemie e crisi alimentari. Crisi idrica. Crisi climatica. In aggiunta l’isteria di massa è in incremento. La paura è come una droga. Hanno plasmato la mentalità di massa (contro ogni aspettativa ci sono riusciti davvero) e ora senza paura la gente non riesce a vivere. Per “salvare” l’umanità, i ben pensanti adottano ogni sistema, così che lo spaventato si senta protetto. Intanto mancherà da mangiare, mancherà di che scaldarsi, mancherà di che vivere. Chi ne pagherà le conseguenze sono i nostri figli. Il Great Reset è in atto. Un nuovo modello di umanità asservita, suddita di un manipolo di elementi internazionali senza patria e senza radici. Questo è il piano ed è in atto. 70 milioni di persone che abbassano la testa di fronte a uno scarso migliaio. Rendiamoci conto che se ciò accade, è perché un intero popolo (vale per gli italiani come per il resto del mondo) ha dato il proprio consenso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.