Emanuela Trombetta (Italexit): Anche io rispondo all’appello di Castellino e Testa 

Emanuela Trombetta (Italexit): Anche io rispondo all’appello di Castellino e Testa

Sono Emanuela Trombetta, fino a 30 mesi fa Vivevo nel Matrix, madre, moglie, lavoratrice nel trasporto pubblico un’azienda di rivendita di prodotti elettronici.

Fino a 30 mesi fa il mio impegno politico era concentrato sul distruggere la casta, impelagata in quel dualismo di destra e di sinistra, che con gli occhi di ora mi fa quasi tenerezza.

Il risveglio è stato lento ma inesorabile, progressivo mam mano che ci venivano tolti diritti e dignità.
Ho passato l’ultimo anno ad aiutare i miei colleghi autoferrotranvieri che come me hanno deciso di non vaccinarsi, è stato un aiuto reciproco, io aiutavo loro, ma soprattutto loro aiutavano me, perché aiutare gli altri non mi faceva pensare a tutte le ingiustizie subite.

La scelta di candidarmi con Italexit al Senato plurinominale in Molise, non è stata a cuore leggero, dopo le delusioni degli anni passati di vari voltagabbana e di scatolette di tonno aperte e consumate, ero diventata allergica alla politica.

Ma questo ultimo anno speso a difendere la mia posizione di non vaccinata, l’apartheid subita insieme ai miei colleghi, ho capito che non potevo più delegare.

Italexit è l’unica scelta possibile, il transumanesimo e il controllo digitale sono alle porte, aspettando un governo compiacente, e noi lotteremo affinché il popolo italiano non sia considerato mai più un prodotto commerciale.

Perché l’UOMO sarà al centro del nostro progetto politico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.