È PRIMA GUERRA CIVILE GLOBALE

(VOLUTA DALLA NATO E DALL’OCCIDENTE MADE IN USA)

di Diego Fusaro

Gli Usa e la Gran Bretagna hanno attaccato gli Houthi in Yemen.

In questo caso naturalmente non vale la regola secondo cui “ci sono un aggredito e un aggressore e l’aggredito ha sempre ragione”.

Perché in verità la regola, non detta ma operativa, è quella secondo cui gli Stati Uniti e i loro alleati hanno sempre per principio ragione, sia quel che sia.

La regola sembra essere, a distanza di secoli, quella messa a tema dal sofista Trasimaco nel primo libro della “Repubblica” di Platone: la giustizia non è altro se non l’utile del più forte.

In questo caso di Washington.

Hezbollah condanna, ma la Nato non lo fa, ovviamente.

Inequivocabili le parole di Mosca: “Azione illegittima”.

Per parte sua, la Ue vuole mandare tre navi a supporto dell’impresa imperialistica anglo-americana, come sempre rivestendo il ruolo di colonia di secondo ordine priva di ogni capacità decisionale autonoma.

Bisogna pur dirlo: da quando la guerra di Ucraina è cominciata, i fronti del conflitto si sono ampliati anziché ridursi.

Tutto sembra preludere davvero al peggio, in una situazione che a tratti ricorda tragicamente quella del ballo sul ponte del Titanic mentre la nave stava già affondando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *