๐‚๐Ž๐Œ๐”๐๐ˆ๐‚๐€๐“๐Ž ๐”๐…๐…๐ˆ๐‚๐ˆ๐€๐‹๐„ ๐Œ๐Ž๐•๐ˆ๐Œ๐„๐๐“๐Ž ๐ˆ๐Œ๐๐‘๐„๐’๐„ ๐ˆ๐“๐€๐‹๐ˆ๐€๐๐„

In merito ai noti fatti, relativi alla manifestazione della CGIL del 9 Ottobre 2021, apprendiamo con sgomento la sentenza di primo grado da parte dei giudici della prima sezione penale di Roma.

Quel giorno, in cui erano presenti oltre 100 mila persone che avevano detto NO alla tirannia sanitaria e allโ€™adozione del Green pass, eravamo presenti anche noi.

Presenti anche perchรฉ consci del fatto che si trattava di una manifestazione del tutto pacifica e autorizzata dagli organi competenti.
Cosรฌ come autorizzato dalle forze dellโ€™ordine e dalla Digos stessa fu il corteo successivo che portรฒ da Piazza del Popolo fin sotto alla sede della Cgil, in cui si svolsero poi gli arcinoti fatti in questione.

Se parliamo di violenze, quanto abbiamo visto e vissuto quel giorno, รจ riferibile ESCLUSIVAMENTE a quanto perpetrato da agenti in divisa (e non) contro pacifici manifestanti: ricordate ad esempio l’agente calvo in borghese, che distribuiva calci e pugni a un inerme manifestante steso a terra? A tal proposito che fine ha fatto tale soggetto?
Non ci siamo voluti limitare a quanto visto e vissuto in prima persona, ma siamo voluti andare a scavare a fondo, ascoltando ogni udienza su Radio Radicale: quanto emerge da tali atti e a cui ogni libero cittadino puรฒ accedere, ha tinte a dir poco tragicomiche (invitiamo in particolare allโ€™ascolto delle testimonianze di dirigenti di polizia e digos).

Il nostro pensiero in questo momento va a ragazzi e ragazze che oggi vengono condannati non per reati effettivamente commessi, ma perchรฉ scomodi al sistema; ragazzi condannati perchรจ costituivano la prima linea di un fronte di resistenza, di cui noi medesimi abbiamo sempre fatto parte, fin dallโ€™inizio della piรน grande farsa della storia, la farsa del Covid.
Fronte di resistenza che ora si vede sbriciolato su se stesso dopo gli arresti; ragazzi condannati per devastazione senza mai essere entrati nei luoghi in cui รจ avvenuta la presunta devastazione; ragazzi condannati per istigazione per aver sventolato una bandiera; ragazzi condannati per istigazione per aver urlato di ASSEDIARE la sede di un sindacato che fa gli interessi del potere e non dei lavoratori; ragazzi condannati non per fatti ma per idee; ragazzi condannati da un tribunale politico.
Roberto, Luigi, Giuliano, Salvatore, Luca, Lorenzo e Pamela siamo con voi.

Siamo sempre stati con voi, fin dal primo momento, fin da quel momento in cui ci siamo conosciuti e siamo scesi in piazza sempre lโ€™uno al fianco dellโ€™altro, con unโ€™unico e solo obiettivo: difendere e proteggere il popolo Italiano, tutelare i DIRITTI, IL LAVORO E LA LIBERTร€.
Un popolo che aveva la testa china e la coda tra le gambe.
Un popolo dormiente e resiliente, un popolo che da schiavo obbediente non si รจ ribellato alla tirannia a cui รจ stato sottoposto, un popolo che รจ stato oppresso e represso da divieti, sanzioni, limitazioni, lockdown e coprifuoco inverosimili, illegittimi e sopratutto incostituzionali.
Un popolo che si รจ adagiato allโ€™incedere del Great Reset, creato e voluto dai criminali di Davos, che hanno pianificato tutto fin dal primo momento, programmando passo dopo passo questo inesorabile cambiamento firmato Agenda2030.
Un popolo che ha creduto al mainstream e si รจ fidato ciecamente degli organi di stampa, corrotti e asserviti al sistema, che non hanno fatto altro che mentire spudoratamente e divulgare bugie e falsitร .

Spacciatori di menzogne, divulgatori di una propaganda becera e falsa: da Conte a Draghi, da Landini(il culo parlante) ai virologi di regime Bassetti, Galli, Pregliasco, Locatelli, Viola, Burioni, Ricciardi, Palรน, Crisanti, Capua, Lopalco, allโ€™ex Ministro alla Salute Speranza allโ€™ex vice Ministro Sileri, dai governatori di regione Toti, De Luca, Fedriga, Zaia, ai conduttori dei talk-show televisivi Barbara Dโ€™Urso e Myrta Merlino, ai vari Vespa, Scanzi, Parenzo, Telese, Gruber, Severgnini, Caprarica, Mentana, Lucarelli, Brindisi, Paone, Berlinguer, Formigli, ai faziosi e leccaculo direttori di giornali, Giannini, Cancellato, Molinari, Fontana, solo per citarne alcuniโ€ฆ

Dove sono tutti questi? Sono tutti a piede libero, nonostante le menzogne che hanno scritto e divulgato!

Avevamo ragione noi!

Avevamo ragione noi su tutto quanto e lo avevamo detto fin dal primo momento.
Ora ancora piรน forti della veritร  che ormai inesorabile รจ emersa in tutto il paese, lo ribadiamo forte e chiaro, fieri di tutto ciรฒ che abbiamo fatto in questi tre anni, insieme ai nostri compagni di battaglia.

Oggi abbiamo assistito ad una delle pagine piรน tristi della giustizia italiana, una vera e propria sentenza politica degna di una tirannia, che ha come unico scopo quello di reprimere e soffocare il dissenso.

Roberto, Luigi, Giuliano, Salvatore, Luca, Lorenzo e Pamela siamo con voi, e saremo sempre con voi, in eterno.
La lotta ci ha uniti e mai potrร  separarci.

๐†๐ฎ๐ž๐ซ๐ซ๐ข๐ž๐ซ๐ข, ๐ซ๐ข๐›๐ž๐ฅ๐ฅ๐ข ๐ž ๐ซ๐ž๐ฌ๐ข๐ฌ๐ญ๐ž๐ง๐ญ๐ข, ๐ฆ๐š๐ข ๐ฌ๐œ๐ก๐ข๐š๐ฏ๐ข ๐จ๐›๐›๐ž๐๐ข๐ž๐ง๐ญ๐ข ๐ž ๐ซ๐ž๐ฌ๐ข๐ฅ๐ข๐ž๐ง๐ญ๐ข!

๐‹๐ฎ๐ง๐ ๐š ๐ฏ๐ข๐ญ๐š ๐š๐ข ๐ซ๐ข๐›๐ž๐ฅ๐ฅ๐ข

๐Œ๐Ž๐•๐ˆ๐Œ๐„๐๐“๐Ž ๐ˆ๐Œ๐๐‘๐„๐’๐„ ๐ˆ๐“๐€๐‹๐ˆ๐€๐๐„๐Ÿ‡ฎ๐Ÿ‡น

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarร  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *