Colonnello italiano morto in Ucraina: siamo in guerra?

È confermata la morte del tenente colonnello dei Bersaglieri, Claudio Castiglia.

Alcuni canali russi affermano che sarebbe stato eliminato dalle forze armate russe poiché, a detta loro, Castiglia stava presumibilmente combattendo a fianco della NATO e degli ucraini.

Se ciò è vero, GiorgiaMeloni e GuidoCrosetto avrebbero inviato illegalmente i nostri militari a combattere in Ucraina per il regime occidentale e sionista di Zelensky.

Siamo in guerra contro la Russia?

2 commenti su “Colonnello italiano morto in Ucraina: siamo in guerra?

  1. La morte del tenente colonnello dei Bersaglieri, Claudio Castiglia, è al centro delle discussioni tra i complottisti della guerra in Ucraina. Nelle notizie che si susseguono in rete, infatti, l’ufficiale dell’Esercito viene dato per morto durante una missione all’estero. Tuttavia, il tenente colonnello è scomparso in Italia, ad appena 45 anni, per cause naturali che prescindono dalla guerra, lasciando moglie e due figli piccoli. La notizia falsa è rimbalzata di social in social e in tanti hanno creduto che l’Italia abbia dei militari impegnati “boots on ground” nella guerra in Ucraina, scatenando le polemiche del caso.

    “Strumentalizzare la morte, avvenuta in Italia per cause naturali, di un nostro giovane ufficiale spacciandola per una morte avvenuta in combattimento in Ucraina, è una fake news e un oltraggio all’ufficiale e alla sua famiglia”, ha dichiarato il ministro della Difesa, Guido Crosetto, smentendo categoricamente qualunque illazione sulla scomparsa di Castiglia. “famiglia. É così che si combatte la guerra psicologica, rinnovando il dolore dei familiari del Tenente Colonnello Claudio Castiglia”, ha aggiunto con fermezza e amarezza il ministro, che si fa portavoce della rabbia di quanti, in queste ore, hanno letto la fake news.

    1. sì sicuramente è una fake news questa: ha ragione il nostro ineffabile Ministro della Difesa. D’altra parte le fake news fanno parte di qualsiasi guerra, come ben sappiamo dal De Bello Gallico di scolastica memoria. Sicuramente non è una fake news ma invece sicuramente un “fatto” : che ci troviamo ad avere un Ministro della Difesa esponente della lobbie della armi , legato all’apparato militare-industriale statunitense….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *