Uniti Nei Valori E Nei Principi Per La Resistenza Al Golpe Globale Del Great Reset, Ma Contro Ogni Strumentalizzazione

Uniti Nei Valori E Nei Principi Per La Resistenza Al Golpe Globale Del Great Reset, Ma Contro Ogni Strumentalizzazione

Oltre la destra e la sinistra: diretti verso il futuro, contro ogni veleno ideologico, pronti a superare il ‘900 e, insieme a quello liberale, a disintossicarci

da quel cancro comunista, che è da sempre il braccio armato del globalismo!

di Giuliano Castellino

Da trenta mesi a questa parte, cerchiamo di far capire che viviamo una nuova era.

Fame, pandemie, pseudo emergenze climatiche e guerre saranno l’agenda globalista del decennio 2020-2030, le cose non gli vanno benissimo, ma non la smettono di martellare, perché l’agenda va rispettata.

Dalla bomba Covid è venuta fuori una risposta tutta nuova, un risveglio cristiano, popolare, anti-ideologico, che intende chiudere i conti definitivamente col ‘900 per costruire una vasta opposizione alla follia mondialista.

Di fronte a noi abbiamo dei folli criminali che vogliono un mondo senza Dio, frontiere e diritti sociali; un mondo distanziato, imbavagliato, vaccinato; codificato, sorvegliato, digitalizzato; precarizzato, impoverito, liquido.

Le risposte ideologiche appaiono inadeguate, inefficienti, erano e sono inefficaci e, spesso, funzionali, strumentali e divisorie.

Contro veti e divisioni tanto cari al sistema, capendo che davvero era giunto il momento di far stringere la mano a “Don Camillo e Peppone”, dicemmo che solo un abbraccio tra gli italiani di Fede e quelli pronti a lottare per i diritti sociali poteva combattere e vincere per la libertà di tutti.

Per 30 mesi nelle piazze abbiamo visto innalzare soltanto il TRICOLORE, la bandiera del popolo, vessillo che unisce e che ha tenuto lontano politici, partiti e pifferai della protesta.

Oggi, però, (sarà colpa delle elezioni?), siamo obbligati a fare delle sottolineature.

Premettendo che le porte del mondo del dissenso sono sempre aperte e che tutti devono essere ben accetti, che non ci importa il passato o la provenienza di chi viene a bussare, ma soltanto il futuro in quella che noi chiamiamo PENTECOSTE DI LIBERTÀ, è giusto, però, precisare che chi volesse approfittare della disponibilità per introdurre velenose tossine ideologiche nella resistenza ha proprio sbagliato indirizzo.

Perché, se abbiamo superato tutte le ideologie, non permetteremo l’entrata di vecchie e novecentesche ideologie che da sempre sono state funzionali al nuovo ordine mondiale e al globalismo!

Così come non c’è posto per bandiere e simboli divisori o simili alla simbologia di una Cina che è in prima fila nella tirannia globale sanitaria.

Simboli cinesi, bandiere rosse, inni internazionalisti, tutto ciò che è legato a insegne di morte, terrore, tirannia e comunismo deve restare lontano dal fronte della resistenza, le ideologie del secolo scorso non possono rientrare furbescamente dalla finestra.

I comunisti stiano con la Cina e con Speranza, così come i destrorsi vadano ad abbracciare Salvini, Meloni e la Nato che tanto gli piace.

La resistenza al globalismo è già oltre il ‘900.

Non sventola bandiere del passato.

Né rosse né nere, ma solo tricolori in nome della LIBERTÀ, contro la tirannia tecno-sanitaria, la dittatura globalista e la finanza apolide.

Non canta “l’internazionale”, non ha nessuna nostalgia, guarda al futuro e vuole lottare in nome del popolo sovrano.

Per la vita contro la morte, per la sovranità monetaria, per la verità sui vaccini contro ogni emergenza e Stato di Polizia e sorveglianza, per la pace, contro guerra e Nato, contro il piano di resilienza e la transizione ecologica…

E nessuna strumentalizzazione sarà per questo tollerata!

Un commento su “Uniti Nei Valori E Nei Principi Per La Resistenza Al Golpe Globale Del Great Reset, Ma Contro Ogni Strumentalizzazione

  1. Concordo su tutto quello che riguarda le vecchie ideologie…. il problema però è l’uomo non le ideologie!
    ” Il cuore è ingannevole più di ogni altra cosa, e insanabilmente maligno;
    chi potrà conoscerlo?”
    Così recita in un verso della Bibbia il profeta Geremia……(Geremia 17:9)
    Solo il VERO CRISTIANO che si è affidato a Cristo per la salvezza della sua anima ha un CUORE rigenerato in grado di fare la volontà di Dio….

    Vi darò un cuore nuovo e metterò dentro di voi uno spirito nuovo; toglierò dal vostro corpo il cuore di pietra, e vi darò un cuore di carne.
    (Ezechiele 36:26)
    Quindi se si vuole veramente cambiare pagina e lasciarci dietro questo ‘900 maledetto allora dobbiamo partire da questo tipo di “risveglio cristiano” che produce “uomini nuovi dentro” che non abbraccieranno più le vecchie ideologie umane ma praticheranno solo più la vera fede Cristiana che promuove la non violenza, ma anche l’autodeterminazione dei popoli, l’amore e la tolleranza, la giustizia sociale, la pace, la vera libertà ………….

    SE DUNQUE IL FIGLIO (Gesù Cristo) VI FARÀ LIBERI, SARETE VERAMENTE LIBERI !!
    (Giovanni 8:36)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.