ROMA NO ZTL: IN CENTINAIA AL QUADRARO

IL RITORNO DI CASTELLINO IN PIAZZA DOPO IL 9 OTTOBRE 2021

Continuano le mobilitazioni contro la Ztl.

Il rinvio di un anno deciso dal Sindaco Gualtieri non ha fermato la protesta dei romani.

Dopo aver manifestato al centro ad ottobre e al Tiburtino a novembre, oggi gli oppositori si sono dati appuntamento al Quadraro, zona Tuscolana, quadrante sud est della Capitale.

In centinaia hanno preso parte all’iniziativa.

Si sono succeduti interventi di cittadini e responsabili dei vari movimenti contro la Ztl.

Dopo due anni e passa è tornato in piazza Giuliano Castellino.
Era da quel 9 ottobre del 2021, quando venne arrestato per i fatti della Cgil, che non poteva mettere piede in piazza.

Castellino ha comiziato e sembra aver ripreso il suo ruolo da contestatore.

“Siamo ancora qua. Ad affrontare una nuova falsa emergenza, ad opporsi ad una nuova tirannia. Dopo quella sanitaria eccoci a quella Green ed ecologista. Prima ci hanno chiuso dentro casa e sottomessi all’aperto del Green Pass, ora ci vogliono rinchiudere in prigioni a cielo aperto, controllati e spiati da telecamere e scatole nere per auto. La Ztl è un nuovo attacco ai cittadini. Sempre più sudditi e meno liberi. Altro che Orwell, le città di Davos e la sua agenda sono la fine delle libertà e della giustizia sociale. Noi siamo ancora qua. Militanti ed attivisti della resistenza, del dissenso, del fronte di liberazione nazional-popolare. Non ci ha fermato e non ci ferma la repressione, non ci fermano destre e sinistre ancora pronti a dividere. Innalziamo sempre il Tricolore, simbolo di unità e lotta popolare! Vorrei concludere citando De André: Grideremo ancora più forte
voi non potete fermare il vento
gli fate solo perdere tempo”.

La manifestazione si è svolta in maniera serena e pacifica, con molti cittadini attenti ad ascoltare quello che sembra essere un problema molto sentito a Roma e tra i romani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *