Per L’Unità Del Dissenso Per Una Nuova Resistenza

di Giulio Saraceni

Il 30 luglio a Villa Barberini a Roma nel quartiere Parioli si è tenuto il Congresso Nazionale per “unire i partiti e i movimenti “antisistema” promosso dall’Avv. Erich Grimaldi dell’Ucdl ed altre associazioni in vista delle elezioni di fine settembre dove sono in gioco non solo le sorti dell’intero paese ma il destino di quel dissenso di massa che ha invaso le piazze d’Italia, sconvolte dalla pseudo emergenza sanitaria e dalla conseguente crisi (questa sì) reale economica.

Bisogna subito dire che si è notata l’assenza di quei gruppi che fanno capo a Paragone, Toscano, e la Cunial che però non ha inficiato il valore della riunione vista la presenza di altri gruppi in rappresentanza del mondo medico e infermieristico perseguitato per la sua fedeltà al giuramento di Ippocrate e del mondo della scuola rappresentato dalla Prof.ssa Giugliano e dal suo gruppo campano.

Unità

L’appello all’ unità di Grimaldi è stato sicuramente raccolto dal direttore politico  della rivista “l’ Italia mensile” Giuliano Castellino e dai rappresentanti di Italia Libera Tatiana, Saverio e Riccardo, sublimato dall’ intervento di Pamela Testa, eroica resistente del 9 ottobre, che così ha concluso il suo intervento:oggi più che, mai logiche settarie e personalismi risulterebbero letali :Tutta la resistenza, nessuno escluso, ha il dovere di offrire a 20 milioni di  italiani, la possibilità concreta di scegliere la libertà contro tutti i partiti che lo hanno impedito… perché la resistenza non è solo una campagna elettorale ma, azione quotidiana.

Tutto questo abbracciando l’appello antiglobalista di monsignor Viganò senza veti e barriere ideologiche novecentesche che condannano l’uomo alla follia diabolica del transumano.

Tutti uniti in questa crociata per la libertà… Questa è la via! 

Un commento su “Per L’Unità Del Dissenso Per Una Nuova Resistenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.