NOI NELLA PRIMA GUERRA CIVILE GLOBALE…

Giuliano Castellino

Siamo stanchi delle etichette del mainstream.

Destra… sinistra… antifa… anticomunisti…

Noi siamo il dissenso!

Siamo la variante che il regime non aveva calcolato, siamo oltre i ritmi imposti, contro i vecchi schemi, quelli che sono usciti dal recinto del sistema e non vogliono più far parte del “grande circo del potere”.

Per decenni il veleno ideologico, gli opposti estremismi e la strategia della tensione hanno solo rafforzato la classe dominante.

Chi siamo?
NOI SIAMO IL POPOLO.
Quel popolo in lotta contro il globalismo e nella PRIMA GUERRA CIVILE GLOBALE stiamo nel fronte anti-globalista.

Per questo ci avete trovato in prima linea contro la dittatura sanitaria, la vaccinazione di massa e l’apartheid del Green Pass.

Siamo stati i primissimi ad opporci al golpe globale del Great Reset.

Templari del proletariato (per dirla alla Dugin…) contro il capitalismo 4.0 e la quarta rivoluzione industriale.

Così come ci trovate schierati contro la guerra in Europa contro la Russia.

Saremo sempre contro l’imperialismo israeliano e contro la partecipazione dell’Italia nella guerra in Medio Oriente contro lo Yemen filo palestinese.

Oggi il nostro posto è ancora una volta con i lavoratori, questa volta della Terra, contro le follie green di Davos e Bruxelles.

Da sempre per la vita, contro la culturale della morte!

Il nostro posto è con i nostri connazionali strozzati dalle banche, uccisi dalla precarietà, dallo sfruttamento e dalla disoccupazione e soffocati dalla finanza.

Ci troverete a picchettare contro ogni sfratto e a combattere per il diritto alla casa e al lavoro!

Non staremo mai con lo Stato di Polizia, le toghe militanti, le leggi contro il pensiero e la contestazione, la tirannia del controllo e della sorveglianza.

Nemmeno nei salotti radical-chic!

Noi, sventolando il Tricolore, bandiera che unisce e non divide, simbolo di lotta popolare, ci poniamo dalla parte dei dissidenti, dei resistenti, degli anti-sistema.

Nella prima guerra civile globale…

stiamo con l’Africa Negra che grida “Africa agli africani!”
E non emigra e lotta contro l’occupazione francese.

Stiamo con la Cina – alleato strategico e geopolitico – contro il golpe americano a Taiwan.

Stiamo con la Palestina contro Israele.
Con Iran, Libano, Siria e Yemen contro l’occidente assassino!

Siamo con il Texas contro il deep state americano!

Con la Russia, faro dei popoli liberi, Patria delle patrie e di un mondo multipolare contro Kiev!

Siamo con la Brics contro la Nato.

Siamo con i nazional-popolari contro l’Unione europea.

Siamo con tutti gli anti-sistema, contro il pensiero unico dominante, politicamente corretto e moralmente decadente.

Stiamo con chi prega contro l’occidente satanista.

SIAMO RIVOLUZIONE IN CORSO…

Siamo una nuova dottrina di liberazione che fa sintesi tra Cristianesimo, Patria e lotta di classe tra dominanti e dominati.

Non siamo più etichettabili come vorrebbe il regime, le sue forze repressive e i loro pennivendoli.

Non siamo un’etichetta vecchia e scaduta, siamo ancora una volta avanguardia di popolo.

Siamo forza militante, radicamento territoriale, aggregazione popolare ed energia culturale.

Leggiamo Fusaro, Dugin e De Benoist. Abbracciamo il messaggio di Viganò, guardiamo a Putin come riferimento religioso, politico, geopolitico e culturale.

Ci siamo formati su Orwell e Chesterton!

Siamo quelli che “attizzeremo fuochi per testimoniare che due più due fa quattro…”

In alto innalzeremo il vessillo Tricolore per l’indipendenza nazionale, la sovranità popolare e la giustizia sociale!

Un commento su “NOI NELLA PRIMA GUERRA CIVILE GLOBALE…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *