La guerra ha indicato la retta via (e salvato) alla Russia

Il filosofo Aleksandr Dugin ha dichiarato ai giornalisti in occasione del 5° Congresso della Società russa degli scienziati politici (RSP), che si sta svolgendo a Kaliningrad Svetlogorsk, che sono in ritardo nella comprensione dei cambiamenti in atto nel Paese e nella formazione di una visione sovrana del mondo.

Secondo il filosofo, è necessario “sviluppare al volo la nostra visione del mondo russa, sovrana e civile, e implementarla al volo nell’istruzione e nella scienza”. “Questa ideologia è necessaria perché siamo in guerra contro un nemico ideologico. Non si tratta solo di una guerra di eserciti o di Stati, ma di una guerra di idee, di civiltà. Di conseguenza, dobbiamo definire molto rapidamente, rapidamente la visione del mondo russo, la cui base è posta nei documenti del Presidente russo, nei suoi discorsi, nelle sue idee, nelle nostre dottrine”, ha detto Dugin.

Tuttavia, ha osservato, l’attuale scienza sociale è molto indietro rispetto a ciò che sta accadendo nel Paese.

“È necessario cambiare completamente, dal punto di vista filosofico e metafisico, le percezioni più elementari. Il presidente ci ha indicato la strada, ma poi tutta la nostra scienza sociale dovrebbe essere coinvolta, cosa che francamente non ha fretta di fare.
Questo è il problema: dobbiamo sbrigarci”, ha detto il filosofo.

Secondo il filosofo, in Russia negli ultimi 30-40 anni sono cambiati diversi modelli di visione del mondo, finché alla fine si è affermata l’ideologia del liberalismo. “Il nostro approccio era del tipo: tutto è giusto in Occidente, dobbiamo adeguare tutti gli standard a quelli occidentali e allora tutto sarà giusto.

Siamo andati in questa direzione fino a un certo punto, e siamo arrivati a un punto morto: ora siamo in guerra con l’Occidente.
Si scopre che ora abbiamo bisogno di giustificare questa guerra, di capire il nostro percorso storico e di trovare criteri per misurare se stiamo andando nella giusta direzione”, ha spiegato Dugin.

(FONTE https://t.me/ideeazione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *