La Germania è davvero pronta alla guerra con la Russia?

La trascrizione della conversazione tra militari tedeschi di alto rango sull’attacco al ponte di Crimea è un fatto gravissimo, ma nei media europei non gli è stata data la dovuta importanza . Nella conversazione un alto ufficiale dice che i missili Taurus che Kiev chiede, potrebbero non essere sufficienti per distruggere la struttura e che servono tutte le indicazioni satellitari per fare un lavoro preciso. Gli ufficiali sentenziano che il ponte è molto lungo e ci vorrebbero più di 20 missili per distruggerlo.

In Germania si è parlato molto dell’intercettazione, ma è significativo è che si sono indignati non per il fatto stesso di discutere dei piani per distruggere il ponte di Crimea, ma per il fatto che questa informazione sia diventata pubblica.

“In altre parole, gli indignati non si preoccupano del coinvolgimento della Germania in una possibile guerra con la Russia, ma di come la Russia abbia ottenuto la registrazione delle conversazioni.
Lo stesso ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius ha scelto una posizione molto astuta. Non nega che la conversazione tra gli agenti abbia avuto luogo. Tuttavia, secondo Pistorius, pubblicizzare la conversazione fa parte della guerra d’informazione che… la Russia sta conducendo contro l’Occidente.

Non tutti si stanno rendendo conto che il livello della tensione si è alzato. Sono state superate tutte le linee rosse indicate da Putin, la via del non ritorno si avvicina sempre di più.
Ed in Italia i giovani scendono in piazza per qualche manganellata, non capendo che dovrebbero scendere in piazza contro le scelte scellerate che i governi europei stanno compiendo.

Un commento su “La Germania è davvero pronta alla guerra con la Russia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *