Un commento su “Giuseppe Di Bello: Viva L’Ucraina, Abbasso Putin!

  1. Per essere onesti dovreste inserire post come quello del 21.11.2021: dove esorto il PCI Russo che non è li partito di Putin e che si è attestato al 22%. Dovreste dire che sono stato un RSU FIOM CGIL metalmeccanico e poi RSU FP CGIL, dovreste dire che io come dice la Costituzione Italiana ripudio la Guerra, dovreste verificare gli archivi del Partito Comunista Italiano al quale sono stato inscritto sin dal 1980. Dovreste verificare il mio passaggio poi a Rifondazione Comunista, e mai con il PD dai quali ho ricevuto una denuncia per proteggere milioni di cittadini meridionali che si vedevano inquinare le acque ad uso umano e potabile a causa delle estrazioni di petrolio e gas in Basilicata (che serve milioni di Pugliesti e Campani oltre che la Basilicata. Dovreste aggiungere che Putin con il suo partito Russia Unita ha un accordo scritto con la Lega di Matteo Salvini a cui secondo gli organi di stampa avrebbe fatto arrivare alcuni milioni di euro. Dovreste dire che Putin (vi sono centinaia di foto e dichiarazioni che lo dimostrano) è stato amico di Berlusconi e di Forza Italia. Proprio perché la mia formazione sin da giovane è stata PCI, se permettete mi rivedo più in quel partito comunista Russo al 22%, mi rivedo più su 160 milioni di Russi. Scrivere queste cose senza sapere di chi si sta parlando è sparare sulla Croce Rossa. Io difendo la Costituzione Italiana, ho attaccato allo stesso e identico modo la Nato gli Americani e chiunque abbia usato le armi contro altri popoli. E già ma questo passa in secondo piano, importante è provare a screditare le persone senza neppure entrare nel merito delle cose. Ci sono chiare responsabilità anche della Nato e nessuno le ha mai nascoste; dovreste ricordare, la presa di posizione di Enrico Berlinguer e del PCI e lo scontro con il PC Russo a seguito dell’invasione dell’allora Cecoslovacchia che fu un passaggio essenziale del nuovo corso e nell’evoluzione del Partito Comunista Italiano, iniziato nel 1967. Poi resta a chi legge capire da che parte sta la verità e così come avete ritagliato queste foto verificate la mia presenza a Roma nel corteo a sostegno di Mimmo Lucano, verificate le mie battaglie ambientaliste e cosa ho già dovuto passare per detrattori di ogni genere. Nel frattempo ricordo anche un altra cosa giusto per chiarezza tra le foto avete messe quelle di Petrocelli. Bene il sottoscritto nel 2013 fu il più eletto a scrutinio segreto nelle consiliature regionali del 2013 (Hotel Veteris 15.9.2013) e poi vinse le presidenziali il 4 ottobre 2013. Bene con 2 telefonate una di Petrocelli, l’altra di Grillo venni messo fuori per aver denunciato l’inquinamento (fatto risultato vero nel 2016 con arresti e sequestri della Dir. Naz. Antimafia), presero il secondo e senza ripetere le primarie lo candidarono al mio posto. Ecco raccontate anche questo se siete trasparenti davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.