GIULIANO CASTELLINO: “QUANTA STUCCHEVOLE IPOCRISIA…”

“Stare, direttamente o indirettamente, con Fratelli d’Italia, FI o la Lega, o con il PD, Speranza e Fratoianni significa stare con la Nato, Kiev e Bruxelles”.

L’importanza storica e ideale delle nostre scelte non ammette profili concilianti fino alla cecità, da tempo abbiamo deciso di rompere vecchi schemi e cercare antidoti ai veleni ideologici del ‘900, secolo niente affatto breve, che tanto male hanno fatto all’Italia e altrettanto cari sono al regime…

Solo il Tricolore della Patria e del Popolo, simbolo di unione e resistenza alla globalizzazione, è da anni la nostra bandiera.

Liberi da condizionamenti, abbiamo scelto un fronte preciso, il fronte degli uomini liberi: siamo con la Russia e contro questa Ucraina, che conduce al macello i propri figli per mantenere una cricca di potere al soldo dell’Occidente, con la Palestina libera e contro il sionismo che la vorrebbe cancellare dalla geografia e dalla storia, con l’Africa contro l’imperialismo franco-occidentale (predatorio e criminale), con i Brics e contro ogni agenzia mondialista manovrata dalle donazioni di quelli che per i loro stessi media sarebbero dei filantropi, quasi dei santi laici in vita…

Con il mondo multipolare, che permette sviluppo nel rispetto delle identità e delle culture a vantaggio delle singole patrie e dei singoli popoli, contro quello unipolare anglo-sion americano, che, al contrario, tutto mescola e uniforma in nome del profitto e del potere, spesso occulto.

Con chi prega contro i satanisti!

Siamo con i popoli in lotta contro il globalismo!

Per questo, vogliamo chiarire ancora una volta alcune cose: non siamo anticomunisti, né tanto meno, Dio ce ne scampi, antifascisti.

Destra bluet e sinistra fucsia, green/arcobaleno sono due facce della stessa medaglia: entrambe nemiche del popolo, entrambe false e al servizio di progetti e interessi molto lontani da quelli italiani e mediterranei.

Quindi, Giorgia Meloni o Mario Draghi, Elena Ethel Schlein o Giuseppi Conte sono uguali… tutti nemici della Patria e del popolo.

Sarebbe ora, quindi, che chi ha legami (o è complice) con il regime e i suoi servi la smetta di giocare al ribelle!
Non è cosa adatta a tutti.

Stare, direttamente o indirettamente, con Fratelli d’Italia, FI o la Lega, o con il PD, Speranza e Fratoianni significa stare con la Nato, Kiev e Bruxelles, Israele e il sionismo, i globalisti e il globalismo!

Non saranno né un saluto romano né un pugno chiuso un paio di volte l’anno a mascherare la vostra, nei fatti, complicità col sistema.

Post missini, entristi, centri sociali… tutti parte dello stesso circo, pecore nel recinto del regime.

NOI SIAMO ALTRO!
BEN ALTRO SONO IL DISSENSO E LA RESISTENZA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *