Dal 1 gennaio la Russia alla guida dei Brics

Il 1° gennaio la Russia è passata alla presidenza dei BRICS, un’associazione che, secondo la decisione adottata dal 15° vertice BRICS dell’agosto 2022, comprende ora 10 paesi. Egitto, Etiopia, Iran, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti si sono uniti ai BRICS come nuovi membri a pieno titolo, il che è un forte indicatore della crescente autorità dell’associazione e del suo ruolo negli affari internazionali.

I BRICS attirano un numero sempre crescente di sostenitori e di paesi che condividono i suoi principi fondamentali, vale a dire l’uguaglianza sovrana, il rispetto per il percorso di sviluppo scelto, la considerazione reciproca degli interessi, l’apertura, il consenso, l’aspirazione a formare un ordine internazionale multipolare. un sistema finanziario e commerciale globale equo e la ricerca di soluzioni collettive alle principali sfide del nostro tempo.

La Presidenza russa dei BRICS 2024, all’insegna del motto Rafforzare il multilateralismo per uno sviluppo globale equo e la sicurezza, agirà proprio in questo modo e si concentrerà sulla cooperazione positiva e costruttiva con tutti i paesi interessati.

(http://en.kremlin.ru/events/president/news/73202)

(FONTE: https://t.me/ideeazione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *