Comunicato Stampa Biagio Passaro Movimento Io Apro

Dopo 30 mesi di lotta, dopo trenta mesi al fianco di imprenditori e delle famiglie Italiane, portiamo a casa una prima significativa vittoria: credevano che eravamo morti invece eravamo solo semi che oggi sono piu’ forti e consapevoli di essere governati da tiranni e falliti, oggi numericamente siamo di piu’ grazie alle loro infinite bugie, siamo piu’ convinti e decisi di volere cambiare il sistema, domani a Roma in piazza San Giovanni ci conteranno, come fanno solitamente per difetto.
I nostri politici, politicamente e tecnicamente falliti, vogliono ancora una volta nascondere l’emergenza generale dell’economia, da loro distrutta e seppellita, oggi lo stato si arricchisce con la scusa della guerra e del price cap, il caro bollette impoverisce, impoverirà milioni di famiglie e migliaia di aziende che saranno costrette a chiudere e lasciare a casa migliaia di lavoratori, tutto cio’ accade mentre loro spadroneggiano in Tv promettendo e millantando idee e promesse che come sempre saranno bolle di sapone, si spartiscono le piazze come a monopoli, non hanno capito che le piazze e il fronte del dissenso non si divide, non si compra.


Per mesi stampa e tv hanno tentato di dare una matrice politica e ideologica alle mobilitazioni contro il Green pass, alle lotte di piazza di cui sono stato sempre presente, come per es. il 9 Ottobre 2021, ricordo questa data nonostante l’arresto una delle giornate piu’ belle della mia vita, perche’ la data della libertà del popolo, la pentecoste, senza colori e senza idee prestampate, il tricolore era l unico simbolo che ci accomunava, quel sabato a Roma c’erano ‘solo’ 100.000 italiani che hanno gridato lavoro e libertà e domani alle ore 15:00 in Piazza San Giovanni a Roma grideranno ancora una volta, il governo deve dare risposte immediate e certe, non le solite promesse da marinaio, non possiamo far fallire aziende, non possiamo lasciare intere famiglie e bambini al freddo o al buio, non possiamo far perdere la dignita’ agli Italiani, non possiamo…….
A testa alta il 25 settembre bisogna astenersi dal voto, oggi il fronte del dissenso conta 15 milioni di Italiani, dobbiamo costruire un unico progetto per essere determinanti alle prossime elezioni.
Domani per via della daspo non potro’ essere a Roma, mi sarebbe piaciuto essere in mezzo a tutti voi, sono certo che sarete tantissimi e comunque’ andrà sarà una vittoria.
Un caro saluto
Biagio Passaro
Modena li 09/09/2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.