A destra regna sempre “il fascino della divisa!”

A volte un “caramba” che dice una frase ad affetto o spara a Giuliani, altre volte si prova a giustificare le manganellate, “perché sono compagni” chi le prende…

Poi spunta sempre qualche generale che fa sempre colore.

Ieri Pappalardo, oggi Vannacci… poco importa se sono stati e sono ancora uomini del regime.
Oppure se ridicolizzano una lotta…

Che hanno servito la Nato, sono stati a favore delle guerre americane.
E, nel caso specifico di Vannacci, anche a favore della tirannia sanitaria e della vaccinazione di massa.

Basta che una divisa dica qualcosina di destra che i destri si sciolgono.

Perché purtroppo questa è la destra e questi son i destri. Poco importa se moderati od estremi… “il fascino della divisa” è irresistibile.

Purtroppo è un antico vizio…

Come recitavano slogan anni 70?
“Cile Cile Argentina… tutta Europa come America Latina!”; “1,2,3 viva Pinochet!”; “Se arrivo fino a 10 Viva i colonnelli greci!”.

Negli anni 2.000 ci furono i nuovi eroi… da Nassirya a Quattrocchi.

In Pandemia Pappalardo ed i suoi finti arresti a Mattarella.

Oggi ecco Super Vannacci!

(Poi si plaude spesso polizia e carabinieri che intervengono contro rom e immigrati…)

Insomma la destra – seppur a volte ha provato e prova a mascherarsi dietro qualche “Boia chi molla” o saluto romano – alla lunga cala sempre la maschera.

Soprattutto oggi dove al potere c’è la Lady di ferro (con i deboli. Molto di burro con Nato, Ue, Oms e Israele…)… e gira che ti rigira stanno tutti alla sua corte.

E a destra è tutto “ordine e disciplina”, come diceva il Duce… peccato che allora regnasse l’ordine contro il caos, il marmo bianco contro la palude, la giustizia sociale contro l’usura, il popolo contro l’élite mondialista.
L’ordine e la disciplina servivano per mantenere una Rivoluzione e uno Stato sociale e popolare e non per reprimere e soffocare ogni forma di dissenso o di emarginazione sociale.
O per servire i padroni di Washington, Bruxelles e Tel Aviv.

Tenetevi la destra, i destri e tutte le vostre divise.

Noi… ancora una volta… difendendo la vera storia… rimaniamo col popolo!

A voi generali, manganelli e divise…
A noi precari, studenti, disoccupati e combattenti per libertà.

A voi Ministri, cognati e parrucchini, a noi trattori, contadini e allevatori!

Siete sempre i clown addomesticati di un padrone…
Oggi siete i pagliacci di Vannacci (e della Lega!).

Abbiamo fatto anche la rima…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *