• Redazione/litaliamensile

Zaia e il delirio di onnipotenza: «App Immuni obbligatoria». Ma il Veneto dice "no"


Forza Nuova Veneto accoglie con enorme disappunto la novità del pseudo “Doge” Luca Zaia che nei giorni scorsi, in una delle sue ormai imperdibili conferenze stampa, ha fatto sapere di essere pronto a rendere obbligatoria l’app “Immuni”, per controllare gli spostamenti dei veneti e fare quindi da capofila in Italia per la sua introduzione sul tutto il territorio. Un "no" secco che anche migliaia e migliaia di cittadini veneti hanno sottoscritto e che stanno facendo recapitare al suo governatore in una "shitstorm" (per dirla con Greg) che non risparmia una tra le figure apparentemente più salde della poltrone istituzionali italiane...fino a ieri. “Si tratta di una inaccettabile limitazione di quelle che sono le nostre libertà personali – afferma il Coordinatore Regionale FN Luca Leardini – poco importa se in questo primo momento funzionerà utilizzando il sistema Bluetooth e quindi segnalerà solo gli ‘incontri’ tra due o più telefoni e non traccerà gli spostamenti dei cittadini; stiamo parlando sempre e comunque di un qualcosa che va a ledere in maniera univoca la privacy di ogni libero cittadino e, in un secondo momento verrà sicuramente trasformata in un qualcosa che servirà per monitorare ogni singolo spostamento; questo sarebbe inaccettabile”! “Non bastava l'esercito di vigili schierati in ogni angolo del territorio, i droni, gli elicotteri e lo ‘spionaggio di vicinato’ impiegati da questa dittatura sanitaria – continua ancora Leardini – ora obbligheranno i pagamenti con carta di credito e la tracciatura tramite App, così di noi sapranno proprio tutto: dove andiamo, con chi ci incontriamo, cosa comperiamo e quanto spendiamo; sarà un caso che il modello di app che Zaia vuole utilizzare è uguale a quello impiegato in Corea, paese noto per la sua esemplare democrazia?!”. Come se non bastasse, il sempre meno simpatico Governatore del Veneto, ha spiegato che agli anziani e a coloro che non hanno dimestichezza con la tecnologia, al posto dell’App da scaricare, potrebbe essere messo un braccialetto elettronico. “Ma stiamo scherzando – sbotta Leardini – a questo punto che ci mettano la cavigliera elettronica come per i detenuti! Dal canto suo lo sceriffo Zaia ha fatto sapere che “dovrà utilizzarla il 60 per cento delle persone e in quanto dispositivo volto a garantire la salute pubblica... per quanto mi riguarda sarà obbligatoria“. 


Il commento di Luca Castellini, Dirigente Nazionale FN è lapidario: "Con la app immuni, insieme ad esercito, droni, elicotteri e spionaggio di vicinato, con questa #DittaturaSanitaria arriva il tracciamento di massa; sapranno dove andiamo, chi incontriamo, cosa comperiamo e quanto spendiamo, e la sera ci chiuderanno in casa a bere il gin della vittoria"”! Forza Nuova Veneto risponde con un chiaro, semplice e limpido: “Non la scaricheremo nemmeno sotto tortura e se proprio ci fosse da scaricare qualcosa questo saresti tu caro Zaia; ma in Canalgrande!” Ufficio Stampa Forza Nuova Veneto

0 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007