• Giuliano Castellino

VIGANO' SCRIVE A TRUMP, COVID E RIVOLTE AFRO-DEMOCRATICHE : LA GUERRA GLOBALE SI GIOCA A TUTTO CAMPO




VIGANO' SCRIVE A TRUMP, COVID E RIVOLTE AFRO-DEMOCRATICHE : LA GUERRA GLOBALE SI GIOCA A TUTTO CAMPO


di Gloria Callarelli


Lo abbiamo sempre sostenuto, fin dall'inizio dell'emergenza Covid: quella che sta andando in scena da febbraio a questa parte non è solo una questione politica, sociale, economica o sanitaria.


E non è nemmeno solo una "questione" o "emergenza" come i giornali main stream ci raccontano.


Quella che sta andando in scena è una vera e propria guerra. Una guerra, e ne siamo sempre più convinti, che tocca anche la sfera spirituale: uno scontro tra tra Bene e Male.


Uno scontro che, andando a vedere, era già stato ampiamente previsto.

Ne parlano le profezie, ne parla la Bibbia.

Marchio della bestia, Apocalisse non sono fantasie di qualche "ultracattolico", sono espressioni scritte nel Testo Sacro della religione cristiana.


"Oggi il mondo è chiamato a decidere da che parte stare": in queste parole di Carlo Maria Viganò, nunzio apostolico negli Stati Uniti, c'è tutta la verità sull'attuale momento storico che stiamo vivendo.


Viganò, arcivescovo, è uno dei figli della Luce che da sempre si è battuto contro mondialismo, ecumenismo e contro lo squadrone dei figli delle Tenebre del Nuovo Ordine Mondiale.


Visto che proprio loro stanno giocando a carte scoperte, vale la pena, allora, non nascondersi più.


E così ecco che la punta di diamante, Viganò, scrive una lettera al vero muro difensivo della partita che si sta giocando (per dirla con termini calcistici) che è il presidente americano Donald Trump.


Una lettera carica di significato in cui il Nunzio spiega esattamente questo scontro storico e in cui offre sostegno spirituale, attraverso la sua preghiera, al capitano che, nella squadra dei figli della Luce, si sta battendo come un Leone per portare a casa la vittoria.


Per Viganò le misure di quarantena contro il Covid 19 e poi le proteste dei Black Lives Matter fanno parte di una vera e propria offensiva dei "figli delle tenebre", vale a dire il "deep state" che punta a comandare il mondo e naturalmente spodestare il prode difensore Trump dalla Casa Bianca.


Un Deep State affiancato anche da "un deep Church", sottolinea l'arcivescovo denunciando così, apertamente, il marcio della Chiesa attuale.


Una lettera questa che non ha ovviamente lasciato indifferente il presidente americano: il tycoon del cristianesimo, infatti, ha subito lanciato un tweet, un occhiolino, una stretta di mano, un abbraccio al suo prezioso compagno di squadra.


"Sono profondamente onorato per l'incredibile lettera che l'arcivescovo Viganò mi ha scritto. Spero che tutti, credenti e non, la leggano".


Pare di assistere, e chiudiamo la metafora calcistica, alla stretta di mano tra i due compagni di squadra, impegnati, in una finale difficilissima.


Trump, estremo difensore, è chiamato a parare il rigore che i figli delle Tenebre, sbruffoni ma dai piedi poco buoni, pasticcioni, confusionari e spesso ridicoli pur nella loro malvagità, sono convinti di segnare.


Siamo certi che con la forza del muro Trump, e il sostegno di Allenatore, squadra e tifosi dei Figli della Luce, alla fine NON PREVALEBUNT.

913 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007