• Giuliano Castellino

USA BOIA! LUNGA VITA AL LEONE ASSAD. CON IL POPOLO SIRIANO CONTRO IL TERRORE AMERICANO

USA BOIA! LUNGA VITA AL LEONE ASSAD. CON IL POPOLO SIRIANO CONTRO IL TERRORE AMERICANO





Per chi segue con interesse le vicende mediorientali l’attacco americano alle milizie iraniane presenti in Siria a sostegno del governo legittimo, non è certo una sorpresa.


Le politiche obamiane in quelle aree sono ben note e che con Biden sarebbero tornate bombe e missili era scontato, la strategia delle “guerre umanitarie" resta il marchio di fabbrica di questa banda di criminali.


In un mondo normale Obama e la Clinton verrebbero considerati criminali di guerra e pagherebbero per le decine di migliaia di morti che la loro follia ha provocato, ma questo non è un mondo normale e quindi vengono considerati come dei portatori di pace.

(Così come oltre mezzo secolo fa in Italia e in Europa!)


Fatta questa premessa vediamo di cosa si interessano i nostri eroi a stelle e strisce nella parte di Siria che illegalmente occupano e dalla quale agiscono.


Al Tanf è la loro base militare situata nel distretto di Douma, da lì operano militarmente e da li proteggono i giacimenti di petrolio da loro occupati e dai quali derubano il popolo siriano della loro principale ricchezza che rivendono a paesi terzi.


In pratica è come se qualcuno entrasse senza permesso in casa vostra e occupasse il vostro salone chiudendosi dentro e cominciasse a vendere i mobili, le suppellettili, l’argenteria e altre cose di valore al vostro vicino di casa rilasciando regolare fattura, poi, per non farsi mancare niente, ogni tanto esce dal salotto e vi distrugge una stanza per poi rintanarsi in salotto.


Gli Stati Uniti rubano ogni santo giorno petrolio siriano e pur essendo in una situazione di palese illegalità, continuano e alzano la posta in continuazione, strategia condivisa con i loro fratelli sionisti dello stato di Israele che continuano a bombardare la Siria fuori dal diritto internazionale e ad occupare illegalmente il Golan siriano.


Con Biden ovviamente siamo solo all’inizio di una storia che conosciamo bene, provocazioni e missili cammineranno di pari passo ed è per questo che, ora più che mai, bisogna appoggiare non solo la causa siriana, ma tutte le nazioni che si oppongono a questo mostro, essendo di tutta evidenza che per loro ila discriminante tra buoni e cattivi non è la mancanza di democrazia (Arabia Saudita docet) ma molto più banalmente la sottomissione economica, chi l’accetta è salvo, chi la rifiuta è dannato.


Siria libera, Siria indipendente!


OGGI COME IERI

CONTRO L'IMPERIALISMO AMERICANO!

OGGI COME IERI CONTRO LE BOMBE DEMOCRATICHE!

OGGI COME IERI CONTRO LA GLOBALIZZAZIONE!


OGGI COME IERI LIBERTÀ PER I POPOLI!

170 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti