• Giuliano Castellino

TRUMP PRONTO AD AFFOSSARE CONTE ED IL SISTEMA ITALIA. UNA NUOVA TANGENTOPOLI IN ARRIVO?



TRUMP PRONTO AD AFFOSSARE CONTE ED IL SISTEMA ITALIA. UNA NUOVA TANGENTOPOLI IN ARRIVO?


Russiagate e il coinvolgimento di Renzi, Gentiloni, servizi e pezzi di Stato italiano. Nessun "giornalone" ne parla, ma sembra in arrivo una bufera che potrebbe spazzare via il sistema Italia e che potrebbe restituire libertà e sovranità alla nostra nazione.


di Giuliano Castellino


Mentre in America è in corso la rivolta afro-democratica, ben orchestrata per attaccare Trump, utilizzando l'odio contro i bianchi ed il buonismo internazionalista, mentre il Italia le piazze sono in mobilitazione contro la dittatura sanitaria, qualcos'altro lega le due nazioni.


Una nuova "ondata giudiziaria" sta per travolgere ancora una volta l'Italia, sempre innescata da Washington.

Ma questa volta non sarà innescata da un Deep State ormai in fase di chiaro smantellamento, come successo negli anni 90, quando mani pulite avrebbe dovuto spalancare il Bel Paese al Britannia (in gran parte ci sono riusciti, in minima parte ci fu la resistenza di Berlusconi!)


Questa nuova bufera giudiziaria sarà innescata da quella parte sana del FBI e della CIA che sta portando allo scoperto la verità.


Di quale verità parliamo? Di qualcosa che in Italia viene taciuto dai grandi giornaloni, che ormai è ben noto nei corridoi delle procure e dei palazzi: RENZI AIUTO' OBAMA CONTRO TRUMP nel Russiagate, con l'appoggio di pezzi dello Stato nostrano.


E quella che sta per arrivare sarà una tangentopoli ancora più devastante, perché andrà a colpire tutte quelle forze politiche e quei figuri (anche della cosiddetta "opposizione") rei di aver venduto l'Italia e gli italiani alle forze internazionali, che in nome del Covid hanno instaurato una feroce tirannia sanitaria senza precedenti, che ha calpestato ogni libertà personale e politica, civile e costituzionale. Un sistema che nel nome della pandemia ha asservito gli interessi della Cina, di Bill Gates, del Bilderberg e della OMS. Una dittatura che ha affamato il nostro popolo, lo ha messo a catene e gli ha persino messo la museruola.


Lo spettro di questa nuova Tangentopoli, imminente e inevitabile, parliamo di giorni, comincia a far tremare molte poltrone, perché essa, a differenza di quella del ’92, potrà avere un effetto diametralmente inverso: potrebbe portare l'Italia a liberarsi dalle pesanti catene che fino ad oggi ci hanno costretti, come schiavi e potrebbe restituirci la Sovranità nazionale e quella monetaria.


Trump potrebbe, incredibilmente riportarci quella libertà e sovranità che i suoni nonni ci hanno scippato 75 anni fa.


Forse molti italiani, dimostratisi purtroppo negli ultimi mesi in buona parte un popolo di pecore, facilmente asservibili e suggestionabili, inizialmente non capiranno la portata di certi eventi e, come fecero nel 1992, faranno emergere il loro lato più giacobino e giustizialista sputando addosso e lanciando monetine ai personaggi politici che via via saranno arrestati.

Quegli stessi personaggi che fino a ieri hanno votato!


Ma starà a noi evidenziare l'altro tradimento di una classe politica che ha venduto il nostro popolo e la nostra nazione e soprattutto non permettere che altri traditori non approfittino della situazione (Lega e FdI in testa!)


Le indagini americane hanno messo in evidenza abbastanza chiaramente l'intervento di una manina tricolore nella costruzione della pantomima Russiagate - finto scandalo creato ad hoc per affossare l'elezione di Trump - con il contributo dei nostri servizi segreti e l'avvallo di Renzi servo di Obama e dei Clinton.


Il 9 Ottobre del 2019 (dieci giorni prima del rilascio del Covid-19 a Wuhan), due settimane dopo l'incontro con il ministro della Giustizia William Barr, anche il direttore della CIA, Gina Haspel venne a Roma per incontrarsi con i vertici dell’Intelligence: Gennaro Vecchione (DIS), Luciano Carta (AISE), e Mario Parente (AISI).


Secondo gli investigatori americani, ci sono chiare evidenze che qualcuno in Italia stia spudoratamente mentendo, e pare che l'attuale Premier sia sulla graticola.

Per questo motivo il direttore della CIA si sarebbe preso la briga di venire personalmente a Roma.


Per tre mesi, dal 24 Giugno al 27 Settembre 2019, all'interno dei Servizi Italiani, l'ufficio sicurezza interna ha indagato in segreto sull'operato dei due governi a guida PD, per verificare se si fossero verificati comportamenti non del tutto regolari a favore dell'allora Presidente Obama e del suo Segretario di Stato Hillary Clinton, per boicottare Trump nel 2016.


Vale la pena ricordare che nello stesso periodo Conte ha fatto accordi importanti con due protagonisti di quella fase: ha formato un nuovo Governo grazie a un accordo ispirato da Matteo Renzi (attuale suo sostenitore), uno dei due Premier sul cui operato stava indagando l'Intelligence, e ha nominato alla Commissione Europea il secondo, Paolo Gentiloni.


Ogni prova di eventuali irregolarità commesse da Renzi o da Gentiloni farebbe esplodere il Governo e metterebbe lo stesso Giuseppe Conte di fronte a enormi problemi giudiziari.


Le cose diventeranno molto più chiare a tutti quando verrà pubblicata la relazione e i media mainstream italiani non potranno ignorare la portata devastante di certe rivelazioni.

O quando usciranno anche i nomi di noti faccendieri e Pm già indagati a Perugia.


La Libertà forse per l'Italia è già dietro l'angolo…

Ma la domanda è un'altra: gli italiani se la meritano?

Molti se la stanno conquistando nelle piazze, molti altri se la stanno soffocando con il bavaglio in faccia!

94,914 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007