• Giuliano Castellino

SABATO 22 MAGGIO, A ROMA, NASCE AREA! DOVE OSANO LE AQUILE. AVANTI CAMERATI: CREDERE E COMBATTERE

SABATO 22 MAGGIO, A ROMA, NASCE *AREA*! _DOVE OSANO LE AQUILE_.

AVANTI CAMERATI: CREDERE E COMBATTERE!


Sabato il corno squilla: nasce *AREA*, ma non in una sala o con un convegno, né con una cerimonia da vecchi tromboni.


Non è la solita "cosa nera", né roba "neo". No! No! E ancora no! Come quel 23 marzo, ci ritroviamo in una Piazza!


In pieno spirito "diciannovista", devoti alla *Vittoria*, abbiamo deciso di fondare il nostro *Movimento di Movimenti*, di lanciare la nostra unità di verghe, da una Piazza!


Una Piazza di Roma: l'*Urbe*!

Non una città, ma una Fede, culla e faro di *Civiltà*, baluardo di identità.


Dalle ore 15, in Piazza Bocca della Verità, chiamiamo a raccolta i *combattenti*.


Avete letto bene, non tutti.

Solo quelli che vogliono tornare a sognare, a credere, a combattere!

Pronti a rimettersi in gioco, a riscoprire quella giovinezza, primavera di bellezza, che non è un mero dato anagrafico, ma uno *stile di vita*, una *visione del mondo*, *dottrina* e *mistica*.


Il nostro appello è rivolto a chi non vuole arrendersi al politicamente corretto, a chi sta bene fuori e contro il sistema, a quelli del _me ne frego_ della politica entrista, agli allergici alla politica, al politichese, al politicume.


Sarà una Piazza numerosa, forse, ma sarà certamente *ribelle*, con lo sguardo rivolto al sole e con il culo verso il mondo.


Una Piazza irriverente e dissidente, carica di uno *spirito* che parte da lontano.


Da Piazza San Sepolcro e da quella marcia del '22, ma forse anche dalla Dalmine e dalle lotte sociali di Corridoni...


Dall'intraprendenza poetica di D'Annunzio e dei legionari di Fiume...


Una Piazza coraggiosa come gli *Arditi*, che sia il marmo bianco baciato dal sole contro la palude!


La poesia del XX secolo, il *sangue contro l'oro*, il _boia chi molla_ di Reggio, il sacrificio dei tanti nostri ragazzi caduti, il tricolore e le bandire nere innalzate contro l'antifascismo!


Una Piazza che combatte *contro la tirannia sanitaria e globalista, finanziaria e mondialista*.


Che si schiera per *UNA NUOVA REPUBBLICA SOCIALE*, per una nazione edificata sulla *Civiltà del Lavoro*, sui *diritti sociali* e la *socializzazione*. Con gli oppressi contro gli oppressori!


Una Piazza che non subisce il "fascino della divisa", che "non alza le braccia" in segno di resa, che sogna una magistratura libera dal potere di toghe militanti, dove i Davigo e gli Albamonte vengano presi a calci!


Una Piazza che schifa i giornalisti di regime, che non parlerà con i pennivendoli, che *nemmeno li farà entrare tra di noi*.


Staranno a debita distanza e scriveranno ciò che vorranno.

Non cerchiamo il favore della fogna mediatica antifascista.

È altro il nostro popolo di riferimento!


Il nostro appello è agli *Uomini liberi*, a quelli che hanno pagato con la galera la militanza politica, a chi è sotto processo, a chi è in sorveglianza speciale, a chi è detenuto o è limitato nella sua libertà: *oggi il vostro grido di rabbia si innalza con le nostre bandiere*.


Così come in alto si innalzano le bandiere di chi vuole osare senza fare passi indietro e costruire una *nuova opposizione nazional popolare*, un'*AREA* che possa essere continuità ideale e conquista del futuro, che volti le spalle in maniera definitiva ad ambiguità, ibridi e tiepidi.


Questa del 22 non è la Piazza per il grigio, nemmeno per gli azzurri. *È per le bandiere nere!*


Codardi, corrotti e spie non sono benvenuti!


Che sia una Piazza di gioia e di *Lotta*, di *amore* e di *rivoluzione*, di bellezza e sacrificio.


Ma, soprattutto, che sia la prima di tante Piazze, che veda tornare le Aquile a volare alto, dopo aver visto troppi maiali aggirarsi tra i rifiuti delle nostre città!


SABATO: LA NOSTRA PIAZZA!

SABATO: SIAMO NOI!

SABATO.... SEMPRE E ANCORA QUI!




295 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti