• Giuliano Castellino

ROMA, SABATO 22 MAGGIO: MARCIARE PER NON MARCIRE, MARCIARE PER NON MORIRE...

ROMA, SABATO 22 MAGGIO: MARCIARE PER NON MARCIRE,

MARCIARE PER NON MORIRE,

MARCIARE PER NON MARCIRE,

PER NON MORIRE MAI!


Inizia il pomeriggio è gia alta la tensione La gente non capisce, si chiude in quel portone Partiamo tutti insieme, la rabbia nella mani Davanti solo uomini vestiti tutti uguali! E le file già schierate, megafoni e bastoni I caschi, le bandiere, in alto gli striscioni Ad aspettarci in piazza già sono numerosi, Ma un grido che si leva dai toni minacciosi! Marciare per non marcire, marciare per non morire! Marciare per non marcire per non morire mai! Marciare per non marcire, marciare per non morire! Marciare per non marcire per non morire mai! Scontri per la strada, spezziamo le catene Comincia a ribollirmi il sangue nelle vene Avanti camerati, la piazza è tutta nostra No, noi non ce ne andremo, è questa la risposta! E dopo qualche istante si sente rimbombare Sirene e manganelli già pronti a caricare Le lacrime di gioia, la vista s'è annebbiata, Ma il passo che rimbomba sicuro per la strada! Marciare per non marcire, marciare per non morire! Marciare per non marcire per non morire mai! Marciare per non marcire, marciare per non morire! Marciare per non marcire per non morire mai! E quando ce ne andiamo da sbirri e polizia Ci ritroviamo insieme la sera in birreria Si ride e si ripensa bevendo allegramente, Ma mi è rimasto un coro, un coro nella mente! Marciare per non marcire, marciare per non morire! Marciare per non marcire per non morire mai! Marciare per non marcire, marciare per non morire! Marciare per non marcire per non morire mai!




379 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti