• Giuliano Castellino

RISVEGLIATI? NO, RIVOLUZIONARI! SABATO 8 MAGGIO TUTTI A ROMA

RISVEGLIATI? NO, RIVOLUZIONARI! SABATO 8 MAGGIO TUTTI A ROMA


"Tutti gli altri vorrebbero tornare alla loro società pre-covid, con le sue ingiustizie sociali, i suoi politicanti che gli mangiano in testa, senza stato sociale, senza futuro, proprio come oggi"


di Massimo Ursino


Molte tra le voci che oggi si alzano contro il potere dominante, appartengono a quelle persone che da un anno a questa parte si autodefiniscono "risvegliati".


A differenza loro, quelli come me, per loro visione del mondo, appartengono a quella razza di uomini che hanno intrapreso ormai da tanti anni "la via del bosco", coloro che, per immagini, vegliano durante la notte della civiltà attorno al fuoco, quei rivoluzionari che non ambiscono a migliorare il sistema attorno a sé, anzi, vogliono abbatterlo per sostituirsi ed esso.


Quelli che non riconoscono come legittimo né questo Stato, né le sue istituzioni, né la sua costituzione.


Tutti gli altri vorrebbero tornare alla loro società pre-covid, con le sue ingiustizie sociali, i suoi politicanti che gli mangiano in testa, senza stato sociale, senza futuro, proprio come oggi.


Assomigliano a quegli ingenui a cui si riferiva uno dei miei autori preferiti, quando diceva che i riformatori dell’attuale società si ostinano a decorare le cabine di una nave che affonda.





329 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti