• Giuliano Castellino

LA STRAGE DI BERGAMO E IL FALLIMENTO SANITARIO: ALTRO CHE PANDEMIA E COVID 19!



LA STRAGE DI BERGAMO E IL FALLIMENTO SANITARIO: ALTRO CHE COVID E PANDEMIA... NEL RESTO D'ITALIA 10% DI MORTI IN MENO RISPETTO AL 2019 di Giuliano Castellino PERCHE' INVECE I PRIMI CADAVERI VENIVANO AMMASSATI E BRUCIATI? "ABBIAMO ANCORA TUTTI DI FRONTE AGLI OCCHI LE DRAMMATICHE SCENE DELLE BARE IN FILA A BERGAMO PORTATE VIA DALL'ESERCITO. IMMAGINI CHE HANNO FATTO IL GIRO DEL MONDO. IMMAGINI STRAZIANTI CERTO, MA CHE DA SUBITO NON CI AVEVANO CONVINTO, CHE OGGI, CON QUESTE VERITA' CHE STANNO EMERGENDO, CI DANNO CONFERMA DELLE NOSTRE PERPLESSITA' DI ALLORA. QUELLE SCENE FURONO OPERA DEL FALLIMENTO (VOLUTO?) SANITARIO E DEL TERRORISMO MEDIATICO PER PORTARE L'ITALIA (E L'OCCIDENTE) ALLO STATO DI PANDEMIA E ALLA QUARANTENA TOTALE! QUELLE BARE PORTATE VIA DAI MILITARI CI HANNO CONDOTTO NEL LOCKDOWN PIU' PESANTE E LUNGO DEL MONDO E AGLI ARRESTI DI 60 MILIONI DI ITALIANI. COME UN ROMANZO DI ORWELL O V PER VENDETTA. TUTTO PERFETTAMENTE RIUSCITO, COL POPOLO-PECORA ZITTO IN FILA E IN MASCHERINA TERRORIZZATO ED UBBIDIENTE!" I numeri che stanno uscendo, a stagione conclusa, parlano chiaro, in Italia (e nel mondo) non c'è stata nessuna pandemia, nessuna emergenza e nessun morto in più rispetto all'anno passato. In Italia addirittura - SE SI ESCLUDE LA PROVINCIA DI BERGAMO - abbiamo il 10% di morti in meno rispetto all'anno scorso! Non solo. Inizia ad emergere anche la verità su cosa è realmente accaduto a Bergamo lo scorso inverno- A far emergere la drammatica realtà non è nè un sito bollato come complottista, nè un nemico del regime, ma il il dottor Giampaolo Palma, cardiologo con esperienza pluriennale e attualmente operativo presso un centro specializzato per le malattie cardiovascolari a Salerno. Secondo il cardiologo l'anomalia di morti registrata nella provincia di Bergamo non sarebbe stata la diretta conseguenza di una polmonite interstiziale, ma piuttosto il risultato di microtrombosi venose. A questa conclusione ci si è arrivati dopo aver eseguito diverse autopsie su 50 cadaveri all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e altre 20 realizzate invece al Sacco di Milano. Ora la comunità medico-scientifica sembra arrivata a questa conclusione, che cambia completamente la narrazione che è stata fatta fino a questo momento. Ora la domanda sorge drammaticamente spontanea: perchè non sono state fatte immediatamente le autopsie? PERCHE' INVECE I PRIMI CADAVERI VENIVANO AMMASSATI E BRUCIATI? ABBIAMO ANCORA TUTTI DI FRONTE AGLI OCCHI LE DRAMMATICHE SCENE DELLE BARE IN FILA A BERGAMO PORTATE VIA DALL'ESERCITO. IMMAGINI CHE HANNO FATTO IL GIRO DEL MONDO. IMMAGINI STRAZIANTI CERTO, MA CHE DA SUBITO NON CI AVEVANO CONVINTO, CHE OGGI, CON QUESTE VERITA' CHE STANNO EMERGENDO, CI DANNO CONFERMA DELLE NOSTRE PERPLESSITA' DI ALLORA. QUELLE SCENE FURONO OPERA DEL FALLIMENTO (VOLUTO?) SANITARIO E DEL TERRORISMO MEDIATICO PER PORTARE L'ITALIA (E L'OCCIDENTE) ALLO STATO DI PANDEMIA E ALLA QUARANTENA TOTALE! QUELLE BARE PORTATE VIA DAI MILITARI CI HANNO CONDOTTO NEL LOCKDOWN PIU' PESANTE E LUNGO DEL MONDO E AGLI ARRESTI DI 60 MILIONI DI ITALIANI. COME UN ROMANZO DI ORWELL O V PER VENDETTA. TUTTO PERFETTAMENTE RIUSCITO, COL POPOLO-PECORA ZITTO IN FILA E IN MASCHERINA TERRORIZZATO ED UBBIDIENTE! Torniamo ai poveri cadaveri di Bergamo, per lo più anziani lasciati morire soli come cani, senza l'affetto dei propri cari, senza sacramenti e funerali. Sostanzialmente, i pazienti che sono deceduti in seguito ad un'infezione di Covid-19, al netto già di altre gravi patologie precedenti, avrebbero sofferto le conseguenze delle prime diagnosi sbagliate. Il coronavirus non attacca prima i polmoni , ma colpisce soprattutto i vasi sanguigni, impedendo il regolare afflusso del sangue. Infatti ora viene curato con sacche di sangue! Si tratterebbe quindi di una malattia infiammatoria vascolare sistemica. Queste le parole del dottor Palma: "Covid-19 danneggia prima di tutto i vasi, l'apparato cardiovascolare, e solo dopo arriva ai polmoni! Sono le microtrombosi venose, non la polmonite a determinare la fatalità!" Se dunque il Covid colpisce prima di tutto i vasi e l'apparato circolatorio, la naturale deduzione che ne consegue è che sostanzialmente è praticamente inutile ventilare artificialmente il paziente, se non addirittura dannoso, dal momento che i polmoni non ricevono abbastanza sangue. Ha specificato il cardiologo: "Se ventili un polmone dove il sangue non arriva, non serve! Infatti muoiono 9 pazienti su 10". Quindi i tanto richiesti respiratori artificiali hanno solo peggiorato le cose! Il punto della ventilazione artificiale è semplicemente fondamentale. L'intera emergenza è stata provocata in un primo momento dal fatto che non c'erano abbastanza posti nelle terapie intensive dove venivano appunto usati i respiratori sui pazienti che manifestavano sintomi da Covid. L'ordine di restare a casa, AGLI ARRESTI DOMICILIARI, impartito dall'intero sistema sanitario nazionale e dal governo della Lombardia del leghista Fontana e da quello nazionale PD-M5S derivava sostanzialmente da questo punto, per evitare altri nuovi contagi e il conseguente congestionamento delle terapie intensive. MA SE ORA EMERGE CHE MEDICI E POLITICA HANNO FALLITO DIAGNOSI E SOLUZIONE, CHI SI ASSUME LA RESPONSABILITA' DEI MORTI? E DELLA MORTE DELLA NAZIONE MESSA IN GINOCCHIO DA UNA CRISI SOCIALE ED ECONOMICA SENZA PRECEDENTI? E SOPRATTUTTO PERCHE' CONTINUIAMO A STARE CHIUSI E IN EMERGENZA? PERCHE' FONTANA E CONTE NON SI DIMETTONO? PERCHE' NON LO FANNO TUTTI I VERTICI SANITARI LOMBARDI? PERCHE' NON VIENE MESSA AL BANDO L'OMS? Ormai è chiaro che i respiratori artificiali non avrebbero affatto risolto il problema, al contrario lo avrebbero aggravato. Conferme in questo senso stanno arrivando anche dagli Stati Uniti. Il dottor Cameron Kyle-Sidell, medico presso il Maimonides Medical Center di New York, riporta che l'uso dei respiratori artificiali avrebbe portato ad un peggioramento delle condizioni dei pazienti affetti da Covid, risultando nel loro conseguente decesso nell’80% dei casi. La ragione è dovuta al fatto che la pressione ventilatoria sui polmoni di un paziente che non ha una polmonite interstiziale, affaticherebbero il sistema respiratorio e porterebbero ad un suo rapido aggravamento. Mentre il Covid andava curato come le tromboembolie, delle infiammazioni che possono essere curate con dei farmaci piuttosto economici. Ed il punto fondamentale è che i ricoveri ospedalieri in questo caso sono praticamente inutili, se non controproducenti, perchè si sottraggono posti letto a pazienti che avrebbero più bisogno di assistenza in ospedale. INFATTI A ROMA, NESSUN CITTADINO E' STATO RICOVERATO E QUI ABBIAMO AVUTO IL 10% DEI MORTI IN MENO RISPETTO ALL'ANNO SCORSO! I ricoveri di massa hanno portato ad altre morti, bollate come Covid, ma in realtà sono dei veri "omicidi sanitari". E' il caso delle persone decedute per infarto, la cui mortalità è praticamente triplicata da quando è stata dichiarata l'emergenza Covid. Ma la conclusione più sconvolgente tratta dal dottor Palma è questa: "Perché il problema principale non è il virus, ma la reazione immunitaria che distrugge le cellule dove il virus entra. Infatti in tutti i reparti Covid non sono mai entrati malati di artrite reumatoide e ciò perché sono in terapia cortisonica"- Il vero pericolo non verrebbe quindi dal Covid, quanto dall'infiammazione del sistema immunitario che porta alla distruzione cellulare. Quanto sostenuto dal dottor Palma sembra essere stato già avallato anche da altri medici che sono giunti alle stesse conclusioni. L’emergenza coronavirus è servita per instaurare una dittatura Ma allora a questo punto, se il problema di tutta questa emergenze sono state delle diagnosi e delle terapie sbagliate, la pericolosità del virus sostanzialmente svanisce. L’intero apparato mediatico e il governo, con le sue varie e costose task-force, hanno immediatamente associato la causa delle morti al coronavirus, senza nemmeno sapere che cosa fosse realmente accaduto. Come detto, da subito e in questo articolo a Bergamo c'è stata una vasta operazione di terrorismo psicologico che aveva un unico obbiettivo: provocare nella popolazione uno stato di shock e panico completo. Queste condizioni si sono rivelate fondamentali per poi instaurare un clima di paura generale, tale da motivare lo Stato di polizia e una dittatura nel quale si trova oggi l'Italia. Se il Covid si può curare a casa con farmaci a bassissimo costo, è evidente che l'emergenza è stata costruita, indotta ed utilizzata per altri scopi. Ora la verità sta emergendo e chi vuole che si faccia giustizia per le persone morte a Bergamo, deve ribellarsi, strapparsi quella cazzo di mascherina dalla faccia e gridare giustizia e libertà, non mettersi il bavaglio in bocca e rispettare le distanze sociali. QUESTO SAREBBE SPUTARE SU QUELLE BARE! SIAMO ALMENO CAPACI DI AVERE RISPETTO PER I NOSTRI MORTI SACRIFICATI SULL'ALTARE DELLA DITTATURA SANITARIA?

0 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007