• Giuliano Castellino

LA CENSURA DI TRUMP NON È UN SEMPLICE BAN, È IL SORPASSO DEI SOCIAL SULLO STATO

LA CENSURA DI TRUMP NON È UN SEMPLICE BAN, È IL SORPASSO DEI SOCIAL SULLO STATO.


"Fino adesso ad essere falciati dalla scure erano stati solo i cattivi di Forza Nuova e CasaPound e nessuno sembrava far caso alla gravità del precedente giuridico; ora invece, con l'estromissione di Trump dai social, è sotto gli occhi di tutti che delle società private hanno ufficialmente preso la conduzione della sfera pubblica".


Adriano da Pozzo


La chiusura degli account di Trump operata da Facebook e Twitter ci fa capire che sono degli imprenditori privati multimiliardari a decidere cosa sia giusto dire nel dibattito pubblico e se non rispetti le (loro) regole del gioco, vieni bannato anche se sei il Presidente in carica degli Stati Uniti d'America.


Dibattito politico che ormai avviene interamente sulle piattaforme private di questi social network e dove la giurisdizione degli Stati ha un potere limitato, tant'è che determinati movimenti potevano ad esempio essere candidati alle elezioni europee ma non essere idonei per scrivere su Facebook.


Fino adesso ad essere falciati dalla scure erano stati solo i cattivi di Forza Nuova e CasaPound e nessuno sembrava far caso alla gravità del precedente giuridico; ora invece, con l'estromissione di Trump dai social, è sotto gli occhi di tutti che delle società private hanno ufficialmente preso la conduzione della sfera pubblica.


Accettando questo passaggio converrete come il distanziamento sociale sia il simbolo del passaggio di potere fra società private e politica, politica intesa come gestore della cosa (res) pubblica.


Infatti la politica VERA (non quella parlamentare!!!) tenderebbe piano piano a smorzare le caratteristiche della dittatura sanitaria per preservare i settori produttivi colpiti dai vari lockdown mentre le società private ci tempestano di news e pubblicità esclusivamente sul pericolo, ormai permanente, di virus, ondate e varianti.


È tutto perduto? Dipende da noi.


Se la maggioranza rimarrà piegata ai diktat imposti dall'OMS, cuore pulsante delle operazioni pandemiche, allora si avverrà la litania "il mondo come lo avete conosciuto prima non tornerà più"; se invece saprà rialzare la schiena, semplicemente comportandosi nel modo più naturale possibile (pensate che paradosso!) allora il mondo sì che tornerà quello di prima e probabilmente sarà anche più bello, perché vittorioso dopo la riconquista della Libertà.




1,197 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti