• Giuliano Castellino

L'OMS DICHIARA UNA NUOVA GUERRA. IL COVID COME LA SPAGNOLA, AD OTTOBRE NUOVA ONDATA E MORTI!





L'OMS DICHIARA UNA NUOVA GUERRA ALL'ITALIA. IL COVID COME LA SPAGNOLA, AD OTTOBRE NUOVA ONDATA E MORTI.


L'organizzazione mondiale della sanità ieri ha lanciato una nuova campagna di terrore: il Coronavirus è come la Spagnola, pronto a tornare ad ottobre, dopo l'estate, e farà una strage.

Arresti di massa, vaccinazione totale, Stato di Polizia, mascherine e distanziamenti: l'OMS pronta a completare l'opera.

NOI SIAMO PRONTI ALLA RESISTENZA ALLA DITTATURA SANITARIA.

CACCIARE IL TIRANNO OMS DALL'ITALIA E' OGGI LA NOSTRA MISSIONE!


di Giuliano Castellino


La campagna terroristica dell'OMS e dei media regime è ripartita.

Sentiamo parlare di nuovi focolai a Pechino, nei mattatoio tedeschi e in Campania, dove il presidente/sceriffo De Luca minaccia di chiudere Mondragone, nel casertano.


In Brasile, nazione che non ha mai attuato il lockdown, sembra una strage senza precedenti, mentre anche in Lombaria i contagi sembrano non cessare.


Non solo, ieri l'Organizzazione mondiale della sanità ha tolto ogni indugio ed ha chiaramente lanciato un nuovo allarme mondiale: "Il Coronavirus è come la Spagnola, giù in estate e poi ripresa feroce a settembre e ottobre".


A prendere la parola è stato direttamente Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), che ha risposto alla lettera di esperti che parlavano di "emergenza finita": "La Spagnola fece 50 milioni di morti durante la seconda ondata. L'epidemia Covid in molti paesi non arretra, anzi cresce. In altri cala ma c'è poco da stare tranquilli. I possibili scenari del futuro prossimo sono chiari a buona parte degli esperti. E per questo si possono affrontare meglio. Questa pandemia si sta comportando come avevamo ipotizzato e il paragone è con Spagnola che si comportò esattamente come il Covid: andò giù in estate e riprese ferocemente a settembre e ottobre, facendo 50 milioni di morti durante la seconda ondata".


Ha aggiunto Guerra (di nome e di fatto): "Sparendo il virus dalla clinica sembra tutto sia finito, ma non è così. Rispetto alla nuova categoria dei "debolmente positivi" non entro nelle classificazioni e definizioni artificiose che colleghi insigni di varie discipline possono fare. Guardo i fatti e i fatti dicono che il genoma del virus è ancora lo stesso e i fatti dicono che l'andamento di una epidemia come questa è ampiamente previsto e prevedibile. C'è una discesa che coincide con l'estate. E' vero che le terapie intensive si sono svuotate, ma si sono svuotate come previsto che accadesse e non vogliamo si riempiano di nuovo in autunno. Tutte le precauzioni che stiamo prendendo hanno l'obiettivo di circoscrivere la circolazione del virus quando questa riprenderà".


Il direttore dell'OMS ha inoltre rassicurato sulla tenuta del sistema: "Non c'è preoccupazione perché è tutto ampiamente atteso. Entrambi i focolai sono stati identificati immediatamente e circoscritti, quindi il sistema messo in atto tiene. E' inevitabile ci siano focolai in giro per l'Italia e per l'Europa. Mi è capitato di prendere dei treni e mi sembra che la distribuzione di posti a sedere a scacchiera stia funzionando bene dal punto di vista del distanziamento. Le regole di distanziamento servono perché nei due giorni precedenti all'insorgenza dei sintomi, si è contagiosi".


L'OMS punta di nuovo al terrore, per arrivare a quelli che i sono i loro scopi, ormai non più velati: distanziamento sociale, regime di controllo e repressione, mascherine/bavaglio, un nuovo lockdown e vaccinazione di massa.


Una vera offensiva che la dittatura sanitaria ha solo rallentato in queste settimane, a causa anche dell'opposizione di Trump, Putin e Johnson, i presidenti delle tre nazioni più potenti al mondo (seppur Capi di Stato senza servizi, polizie, eserciti e forze economiche, ma solo, con il popolo, contro le elite globaliste), ma che ad ottobre è pronta a ripartire con nuovi arresti di massa, chiusure e militarizzazioni delle città.


Guerra ha puntato forte ad uno dei grandi obiettivi di Gates, dell'OMS e della globalizzazione satanista: "L'Italia è pronta per vaccinare il 100% della popolazione contro l'influenza, secondo le indicazioni fornite dal ministero della Salute. E' una delle armi che potrà contribuire ad affrontare meglio una possibile seconda ondata di Covid-19 in autunno. Da questo punto di vista i vaccini ci sono e vengono resi disponibili ogni settembre, in base alla valutazione prospettica dei ceppi virali circolanti".


La vaccinazione di massa e totale sarebbe una grande vittoria per questa cricca di criminali che sta tenendo sotto scacco il mondo con il fantomatico Covid 19.

Arrivare alla vaccinazione totale della popolazione sarà possibile solamente tenendo sotto terrore la gente e possibilmente con un nuovo lockdown.


Così sarà possibile anche completare l'installazione di tutte le antenne 5G previste.

Altro che complottismo, questi sono i piani nemmeno più nascosti del nuovo ordine mondiale.

499 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007