• Giuliano Castellino

IL CRICETO CHE GIRA E GIRA LA RUOTA: EVVIVA LA ZONA GIALLA!

IL CRICETO CHE GIRA E GIRA LA RUOTA: EVVIVA LA ZONA GIALLA!


I colori con cui il governo ha indicato le restrizioni da attuare nelle varie regioni hanno lo stesso effetto della ruota, da domenica varie regioni (tra cui la nostra) passeranno in zona gialla e si possono notare già note di giubilo e gente commossa, il periodo duro è passato e tutti esultano!


di Adiano da Pozzo


Tutti abbiamo visto almeno una volta un criceto correre all'interno di una ruota, elemento indispensabile all'interno della sua gabbia perché usato come valvola di sfogo, un qualcosa che lo aiuta a tranquillizzarsi.


I colori con cui il governo ha indicato le restrizioni da attuare nelle varie regioni hanno lo stesso effetto della ruota, da domenica varie regioni (tra cui la nostra) passeranno in zona gialla e si possono notare già note di giubilo e gente commossa, il periodo duro è passato e tutti esultano!


Provetti virologi dell'ultima ora diranno che l'ottemperanza alle restrizioni hanno avuto i loro effetti positivi così come pochi giorni fa accusavano tutti di aver gironzolato troppo, motivo per il quale erano risaliti i contagi, tanto ormai sono i virologi a decidere la nostra vita sociale, d'altronde la politica, in mano a nani e ballerine (senza offesa) non può far altro che lavarsi le mani e delegare.


Chi non sa, non può, non ha capacità, ha paura fa solo una cosa: delega; chi ha coscienza delle cose, competenze e nessuna paura invece fa l'opposto: decide.


La verità è che la "scala dei colori" ci aiuta a nascondere il nostro futuro prossimo, a diluire il contrasto con la nostra nuova normalità così come c'è stata programmata: infatti, nonostante interi Paesi ritornino alla normalità (vedi Russia), nonostante abbiano detto che obbligare i vac.cini ed istituire i passaporti sanitari sia sconveniente (Consiglio d'Europa), nonostante ormai in molti e a più riprese abbiano detto che le mascherine non servono, i nostri governanti vogliono la nuova normalità composta di mascherine e chiusure indiscriminate anti contagio.


No alla mascherina obbligatoria, no al vaccino obbligatorio, al diavolo il passaporto sanitario, frequentiamo i locali ribelli, aiutiamoci e ricostruire la normalità, forza!




1,208 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007