• Giuliano Castellino

GOVERNO DI LIBERAZIONE NAZIONALE: RIUNIONE DEL 22 GENNAIO 2021

GOVERNO DI LIBERAZIONE NAZIONALE: RIUNIONE DEL 22 GENNAIO 2021


Si è tenuta venerdì 22 Gennaio la riunione del Governo di Liberazione Nazionale.


Il dibattito e l'esame dell'ordine del giorno hanno portato alle seguenti conclusioni.


Oggi non è la classe media e le sue aspirazioni a porsi come elemento di progresso rivoluzionario, ma piuttosto un nuovo proletariato di "descamisados".


Le idee che hanno animato il popolo negli ultimi 100 anni costituiscono ancora il riferimento dei ribelli.


Ex comunisti, fascisti, cattolici, populisti, coloro che hanno creduto e si sono battuti nel passato, oggi sono ancora il popolo che non muore e che rifiuta la tirannide capital globalista.


La narrativa Covid19 viene accettata con i suoi ristori dai più.


I miliardi del Recovery sono l'obiettivo triste e perdente di milioni; ma non di tutti, c'è un popolo minoritario che vuole lavorare, faticare, amare e a lui ci rivolgiamo.


Si profila il Contropotere come lo strumento in cui l'avanguardia sostiene, da forma e rende vivo il popolo.


Italia Libera va costituita nei prossimi giorni come associazione.


La Presidenza e la Tesoreria di Italia Libera saranno assunte da persone di fiducia.


Si è deciso di attaccare il simbolo del potere attuale Domenico Arcuri. Gli accordi da lui implementati per ottenere le mascherine sono autenticamente scandalosi e censurabili dal punto di vista politico e giuridico.

Mazzette da 18 milioni e contratti conclusi ad in costo 7 volte superiore a quello dato dal mercato.

Si è deciso di raccogliere informazioni sulla questione mascherine e sullo scandalo calabrese per colpire politicamente un uomo non eletto e legato alle banche rappresentante di un altissimo livello di corruzione.


Si è deciso di intervenire sulle questioni "emergenza abitativa e diritto alla casa"; "indulto ed amnistia".

In piena e drammatica emergenza Covid i diritti sociali tornano ad essere macellati e a farne le spese sono sempre gli ultimi.


Il 13/14 Marzo ricorre il ventennale della morte di Massimo Morsello.

Al di là di una serie di attività di canto e di riunione si svolgerà una assemblea popolare di Italia Libera alla quale interverranno tutti i ministri.


Ogni ministro dovrà infine presentare un opuscolo di 50 pagine che descrive le proprie idee per una lotta politica nuova specifica per il settore che lo riguarda.

Gli opuscoli verranno stampati e venduti per l'occasione.


Il 7/8/9/10 di luglio a Venezia, in occasione del G20, vent'anni dopo il G8 di Genova, si terrà un campo dal titolo "Popoli contro G20, Figli della stessa rabbia" a cui parteciperanno rappresentanti europei e uomini di cultura, costituendo l'evidenza di una forza popolare contraria a G20 e OMS e all'instaurazione della dittatura sanitaria e globalista.


Si rinnova infine la volontà di riunire periodicamente il Governo e sostituire una elite decrepita con una schiera di uomini e donne capaci, preparati e coraggiosi, simbolo dell'Italia Futura.


IL GOVERNO DI LIBERAZIONE NAZIONALE - ITALIA LIBERA




837 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007