• Giuliano Castellino

ESEMPIO BERLINO: UN MILIONE CONTRO LA DITTATURA COVID



ESEMPIO BERLINO: UN MILIONE CONTRO LA DITTATURA COVID


In Germania oltre un milione in piazza contro la dittatura sanitaria, finanziaria e giudiziaria.

Roma 5 settembre come Berlino 1 agosto: popolo unito ogni minaccia è vana!


di Giuliano Castellino


Ormai il nuovo ordine mondiale ha bollato i suoi oppositori.

Il marchio è quello di "negazionisti".

Tutti quelli che osano contestare la narrazione terroristica della pandemia vengono tacciati e accusati di "negazionismo". Termine dispregiativo, coniato nei salotti radical chic, per criminalizzare chi osa negare la verità "unica ed ufficiale" diffusa dal "Ministero della propaganda" mondialista.


Per fortuna la criminalizzazione del mainstream non funziona più e i popoli in rivolta iniziano ad attaccare i regimi del Covid.


Sabato a Berlino un milioni di tedeschi ed europei liberi sono scesi in strada contro i provvedimenti restrittivi annunciati dalla Merkel.


Un popolo unito e plurale, non ideologizzato, oltre la destra e la sinistra, fuori dai ritmi imposti, contro gli schemi, i partiti e la politica politicante.

Un popolo che ha capito che il nemico ha molte teste: le multinazionali del farmaco, il governo repressivo, Bill Gates, ovviamente la stampa bugiarda.


Ma soprattutto è lo spettro di una vaccinazione forzata e la sorveglianza di totale, insieme alla crisi economica, che hanno mobilitato migliaia di tedeschi, uniti come non mai e arrivati da tutta la Germania, per dire "no" alle misure anti-contagio.


Un popolo libero, che tra cartelli, spille, striscioni e bandiere, si è dato appuntamento (senza mascherine) sotto la Colonna della Vittoria, che gli organizzatori del raduno dal palco hanno ribattezzato Colonna della Libertà.


Una piazza tutta nuova, molto simile alle centinai viste in Italia in questi mesi.

L'età media non è più verde, quasi tutti over 40, ma pronti alla lotta e dallo spirito combattivo.


A Berlino, tra musica e aria di festa, è ripartita la lotta di liberazione nazionale ed europea contro la tirannia feroce dell'Oms, della Cina e di Bill Gates, contro il totalitarismo sanitario afro-dem.


Non solo, una nuova stagione di rivolta che vede i popoli combattere i deep state.

Dagli altoparlanti dei manifestanti arrivano entusiasti, slogan delle curve degli stadi, ma anche e soprattutto dichiarazioni politiche di lotta.


"Abbiamo avuto 500mila richieste di partecipazione, oggi siamo oltre un milione", ha dichiarato uno degli speaker.


Dopo alcune ore, le forze di Poilzia sono arrivate sul posto, ordinando lo scioglimento del corteo, ma i tedeschi sono rimasti al loro posto.

La polizia di Berlino (All cos are... tutto il mondo è paese) ha riferito che avvierà un'azione legale contro gli organizzatori per "mancato rispetto delle norme igieniche".


L'ipotesi di una stretta nelle misure sanitarie è realistica, e sta scatenando la reazione dei popoli.


Che l'esempio di Berlino possa darci una linea: Roma, 5 settembre, come sabato 1 agosto nella capitale tedesca.

Per i nostri figli, per il nostro futuro!

555 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007