• Giuliano Castellino

E' TRUMP CONTRO TUTTI! CONTRO OMS, CINA, GATES, SOROS, DEM, FB ED ANTIFA!





E' TRUMP CONTRO TUTTI! CONTRO OMS, CINA, GATES, SOROS, DEM, FB ED ANTIFA!


Ormai lo scontro è totale. Il deep state americano vuole la testa di Trump.

Dopo il Covid ecco le rivolte antifa.

Pagate da Soros e legate al PD americano.


di Giuliano Castellino


Gli Stati Uniti sono una nazione "sotto attacco" dal suo stesso deep states, con la banda Gates, Obama e Clintono pronta ad usare ogni "arma" per buttare giù Trump.


Prima la pandemia ed il Covid 19, ora la rivolta "antifascista", con un solo obiettivo: rovesciare il potere politico in America.


Sul sito di contro-informazione "voxnews" è uscito un articolo molto interessante sulle mobilitazioni afro-democratiche.


Secondo "voxnews" Project Veritas ha diffuso filmati che mostrano attivisti democratici di estrema sinistra che si vantano del finanziamento di George Soros e dei collegamenti politici con esponenti del PD americano.


Tom Steyer – il miliardario che ha fatto una campagna senza successo per la nomina presidenziale del Partito Democratico per il 2020 – e lo speculatore George Soros sono entrambi nominati come finanziatori nella nuova clip su Refuse Fascism, un’organizzazione dedicata alla "rimozione" dall'incarico del presidente Donald Trump.


Andy Zee, organizzatore nazionale del gruppo, menziona durante il video di sette minuti che Steyer "potrebbe non voler essere direttamente collegato" al gruppo perché ha "ambizioni politiche" che potrebbero essere danneggiate da tale relazione, ma Zee dice che il gruppo è in comunicazione con l'assistente di Steyer e "consigliere principale sull'impeachment".


Zee afferma inoltre che i dipendenti della campagna presidenziale 2016 di Hillary Clinton sono coinvolti nel gruppo.


Non solo. Tee Stern, capo della sezione di Atlanta del gruppo, viene ripreso a cena con i reporter sotto copertura di Veritas e rivela che il gruppo ha ricevuto una "sovvenzione" dallo speculatore Soros.


Sempre secondo il sito di contro-informazione le multinazionali di Silicon Valley sono anche menzionate come un'importante fonte di reddito per il gruppo.


Non è un caso che Apple, nota per sfruttare lavoratori in Cina quasi in forma schiavile, stia creando un programma da 100 milioni di dollari per promuovere una cosiddetta "giustizia razziale all'interno dell'azienda", come ha annunciato giovedì la CEO Tim Cock.

Il piano è ampio e non ha nulla a che vedere con i "diritti".


Stern in seguito fa ripetuti riferimenti a "migliaia di persone, quindi milioni" pronte a "venire in strada" e agire come una forza dirompente fino a quando il presidente non viene costretto a lasciare l'incarico.


Il video è la terza parte di una serie di Veritas che intende esporre organizzazioni di sinistra come Refuse Fascism e Antifa, gruppi che stanno dietro o fanno parte di molte delle violenze in corso negli Stati Uniti.


RF è una "forza paramilitare" di sinistra che sta saccheggiando le città sobillando la teppaglia nera.


E li finanzia Soros. E le altre multinazionali.

Insomma non è una "rivoluzione", è una manipolazione.


Per "voxnews" Trump dovrebbe chiamare i suoi in piazza. Armati, magari.

Come ha scritto monsignor Viganò: è lo scontro finale tra Bene e Male. Dobbiamo combattere. Senza esclusione di colpi.


Noi italiani conosciamo bene il ruolo degli antifascisti militanti, da sempre braccio armato delle forze internazionali più viscide, ora anche gli Stati Uniti fanno i conti con questo fenomeno.


Ormai è Trump contro tutti. Contro l'Oms, la Cina, Facebook, Lgtb e pure gli antifa!

E' Trump contro satanisti e globalisti, contro Soros, Gates e la peggiore dittatura sanitaria/finanziaria.


E' Trump contro il nuovo ordine mondiale!

0 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007