• Giuliano Castellino

DISCORSO DI CASTELLINO ALLA PIAZZA DELLA BOCCA DELLA VERITÀ

DISCORSO DI CASTELLINO ALLA PIAZZA DELLA BOCCA DELLA VERITÀ


Buonasera Italia!

Buonasera popolo!

Buonasera uomini e donne libere!


Nessuna buonasera a Zingaretti!


Qualcuno, soprattutto qualche giornalaio, perché chiamarlo giornalista sarebbe troppo lusinghiero, mi ha chiesto:


Castellino perché sei in piazza oggi?


Perché sono un padre di tre figli, perché io ho avuto le palle di farli tre figli.


Castellino perché sei in pizza?

Perché sono un lavoratore e perché campo, a differenza vostra, con 1.500 euro al mese.


Perché il lockdown, perché le vostre politiche scellerate economiche hanno ridotto alla fame me e la mia famiglia.


Vergogna bugiardi!

Criminali, truffatori, venduti!


Castellino perché sei in piazza?

Perché sono un uomo libero.

Perché non ho le catene.

Perché non voglio portare la museruola.

Perché voglio respirare libero.

Perché voglio urlare!

Perché voglio manifestare!

Perché voglio abbracciare gli affetti!

Perché voglio camminare mano nella mano con i miei figli, con gli amici e con tutti voi!


Hanno incitato alla violenza, alla rivolta popolare contro la piazza.

Si vergognino questi signori.

Questi signori, oggi come ieri, hanno paura dell'Italia profonda, dell'Italia che lavora, dell'Italia non garantita, dell'Italia profonda che produce.


Dell'Italia che ha fede, dell'Italia cristiana e cattolica.

Dell'Italia vera, dell'Italia che sventola il tricolore.


Castellino che colore hai?


Eccolo il mio colore:

Verde, bianco e rosso!


Il colore di mio padre, il colore di mio nonno, il colore di mio figlio.


Sapete perché io e la mia gente siamo qua?

Non nomineró il nome della mia gente

giornalai!

Non ve lo do questo vantaggio!

Tanto la mia gente ha lo sguardo rivolto verso il sole ed è molto meglio di tutti quanti voi!

La mia gente ha sguardo verso il sole e fede profonda e domani s'inginocchierà solo di fronte a Dio.


La mia gente si è innamorata di questa piazza, perché questa piazza è anti ideologica, plurale, situazionista, interventista e non ha paura delle differenze.


E come a Berlino è pronta a combattere, a lottare per la propria terra e i propri connazionali.


E soprattutto questa piazza è libera ed è piu matura di tutta la classe politica.

Di destra e di sinistra!


Questa piazza non ha paura di dire che i nemici dell'uomo si chiamano Soros e Bill Gates, si chiamano Obama e Clinton e che gli amici dei popoli liberi si chiamano Trump e Putin e che oggi le bandiere nazionali, tutte, combattono contro un unico nemico:

il Nuovo Ordine Mondiale!


E la legittimazione a stare qua, in questa piazza, ce l'ha data questo popolo libero e ce l'hanno data chi per decenni ha combattuto per le strade di Roma, d'Italia e d'Europa.


Ieri, oggi e domani.

Contro il mondialismo, contro la globalizzazione, versando sangue e pagando con la libertà.


VIVA L'ITALIA

VIVA LA LIBERTÀ!






655 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007