• Giuliano Castellino

CONTRO CRIMINALIZZAZIONI E MAINSTREAM LA LOTTA CONTINUA. SI ACCENDONO I FUOCHI DELLA RESISTENZA






CONTRO CRIMINALIZZAZIONI E MAINSTREAM LA LOTTA CONTINUA. SI ACCENDONO I FUOCHI DELLA RESISTENZA ALLA DITTATURA SANITARIA


Martedì e mercoledì mattina manifestazioni di lavoratori a piazza del Popolo. La lotta continua. Un solo grido "Italia libera!". Si innalzano i tricolori. Un fiume in piena contro la tirannia del Covid.


di Giuliano Castellino


Nonostante il mainstream - stampa e politica - tentino con ogni mezzo di criminalizzare e liquidare la stagione di mobilitazione in corso, ormai la protesta degli italiani sembra un fiume in piena.


Fuochi di resistenza si accendono ovunque: da Sara Cunial e la sua rete, agli appelli contro la polizia della dittatura sanitaria di Galloni, Fiore, Sgarbi e Taormina; da I Ragazzi d'Italia che sabato hanno invaso il Circo Massimo alle mobilitazioni dello scorso 25 aprile; dai Gilet arancioni alle manifestazioni del 30 aprile; dalle iniziative dei commercianti a quelle delle partite Iva si innalzano i tricolori contro la tirannia del Covid!


C'è un'Italia che lotta, resiste, grida libertà e chiede giustizia sociale. Una nazione che non si arrende, che grida dignità, che innalza i tricolori e non si arrende.


Questa settimana quell'Italia sarà in piazza sia domani che dopodomani. Sarà una piazza di lavoratori, di commercianti, di partite Iva. Una piazza affamata dalla dittatura sanitaria che non ce la fa più. Arrabbiata, non rappresentata dalla politica, anti-idelogica, oltre la destra e la sinistra, fuori dagli schemi.


Martedì e mercoledi mattina a Roma, a piazza del Popolo, gli italiani grideranno ITALIA LIBERA contro chi ci ha messo in ginocchio, tolto lavoro, dignità e futuro.


Queste sono piazze in odio ai palazzi del potere e ai salotti radical-chic, mobilitazioni libere, fuori dal controllo di partiti e sindacati, manifestazioni di popolo.


Mentre le sinistre ideologizzate e asservite alle forze internazionaliste si inginocchiano alle mobilitazioni afro-democratiche d'Oltreoceano, dimenticandosi dei precari e dei disoccupati italiani, milioni di connazionali sono pronti ad innalzare la bandiera del riscatto.


Se il popolo è unito ogni minaccia è vana. Ogni tirannia trema di fronte al grido di libertà di gente libera e arrabbiata, disinteressata e pronta al riscatto.


La rivoluzione è in corso ed è come il vento.

"MOLTIPLICHEREMO I FUOCHI DI RESISTENZA

COSÌ CHE VI SIA IMPOSSIBILE REPRIMERCI TUTTI"


328 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007