• Redazione/litaliamensile

CIABURRO: CORSERA, I SOLITI NOTI, I SOLITI BURATTINI DEL SISTEMA. ITALIA LIBERA!



CIABURRO: CORSERA, I SOLITI NOTI, I SOLITI BURATTINI DEL SISTEMA. ITALIA LIBERA!


Buffoni siete e buffoni rimarrete.

Quando parlo di buffoni mi riferisco  ai giornalisti.

Razza di servi. Fogna d'Italia.


Con l'articolo di domenica 14 giugno, non avete fatto nessuno scoop, non avete anticipato nessuna notizia, state parlando di fatti accaduti un anno fa a cui ho già risposto e messo a verbale presso gli uffici di via San Vitale.


Dissi che purtroppo non ebbi mai il piacere di conoscere Fabrizio, che non lo avevo neanche mai visto ed incontrato.


Oggi vengo definito suo amico.


Mi chiedo come mai, tutta questa vicenda esca fuori a poco meno di un anno dai fatti accaduti, forse perché qualcuno ultimamente vi ha chiamato con il vostro nome? Terroristi!


Forse perché avete preso qualche bottigliata?

FORSE, MAI COSÌ MERITATA!


Forse perché le forze repressive non sanno più dove sbattere la testa e sono costrette a rialzare polvere?


Oppure sono motivi politici?


Chi sporca la carta con l'inchiostro dovrebbe quanto meno accertarsi dei fatti. È quindi più che chiaro che tutto ciò sia soltanto una mossa studiata ai soliti tavoli.


È tempo che non faccio più militanza politica e mai, sottolineo mai, rinnegherò ogni mia lotta oppure ogni mia azione intrapresa a difesa delle mie idee e del mio paese. Quindi chi ha scritto non voleva colpire me ma bensì qualcos'altro o qualcun altro.


Fa strano e credo non sia un caso, che la notiziona, sia uscita ad una settimana di distanza dalla manifestazione di Circo Massimo.


Fa strano che quando la resistenza alla dittatura in atto si allarga e diventa  plurale, diventa popolare e non ideologica, arrivano questi articoli.


Fa strano vedere nominato chi ai tempi dei fatti era recluso (Giuliano Castellino).


È più che chiaro quindi che tutto ciò è soltanto un attacco politico, un mero intento alla divisione, un tentativo, un colpo di coda delle forze repressive, che ancora oggi negano le libertà al proprio popolo.


Questo è l'articolo in questione, destabilizzare e dividere un popolo che si sta svegliando ed unendo contro i soprusi di questo sistema.


Non riuscirete nel vostro intento.


L'unità di popolo spazzerà via , l'usurato trono della borghesia.


ITALIA LIBERA!

269 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007