• Giuliano Castellino

CHIEDIAMO LIBERTÀ. CI DANNO REPRESSIONE! A FIANCO DEI VERONESI "SVEGLIATI ALL'ALBA" DALLA POLIZIA


CHIEDIAMO LIBERTÀ. CI DANNO REPRESSIONE! A FIANCO DEI VERONESI "SVEGLIATI ALL'ALBA" DAGLI AGENTI DI REGIME


Dopo Napoli e Roma è Verona a finire sotto il tritacarne della repressione.


In questi giorni abbiamo visto vigili arrestare Babbo Natale, carabinieri ammanettare ristoratori che invece delle 18 chiudevano alle 18.05, abbiamo sentito annunciare che la polizia - nei giorni di festa - potrà bussare alle nostre case per controllare il numero delle persone.


Dal 24 dicembre siamo di nuovo tutti agli arresti domiciliari!

Da mesi subiamo restruzioni e coprifuoco, con città militarizzate e uno Stato di Polizia che controlla tutto e tutti.


Abbiamo già visto perquisizioni a Napoli e richieste di sorveglianze speciali (con tanto di applicazione di braccialetto e divieto di utilizzare telefoni e social) a Roma.


Oggi tocca ai veronesi: da stamattina numerose abitazioni di "liberi butei" sono state messe sottosopra dagli agenti di regime.

Famiglie e cittadini sono stati bruscamente e violentemente svegliati all'alba dalla Digos scaligera.


Di cosa sono colpevoli?

Di aver gridato "LIBERTÀ! LIBERTÀ!" e di essersi opposti alla narrazione criminale e terrorista del Covid e alla tirannia dei Dpcm e dei lockdown.


NOI OGGI GRIDIAMO:

SIAMO TUTTI BUTEI!


Ed invitiamo tutti a firmare il nostro appello, che da tempo denuncia gli abusi delle Polizie:


http://www.citizengo.org/it/179967-manifesto-contro-gli-abusi-delle-polizie-e-dittatura-sanitaria?utm_source=wa&utm_medium=social&utm_campaign=&utm_content=typage&tcid=72123353


LA NOTIZIA:

https://www.rainews.it/tgr/veneto/articoli/2020/12/ven-Verona-Digos-Gruppi-Destra-ad7f2449-d035-4924-bf3d-42e804e3d4ca.html


Verona: scontri del 28 ottobre, perquisizioni in corso


Da ore la Polizia sta perquisendo le abitazioni di alcuni esponenti di destra, ritenuti responsabili dei gravi fatti di violenza commessi nella serata del 28 ottobre scorso in pieno centro cittadino.


Dalle prime ore di oggi la Digos di Verona sta perquisendo le abitazioni di alcuni esponenti di destra, ritenuti responsabili dei gravi fatti di violenza commessi nella serata del 28 ottobre  scorso in pieno centro cittadino. Una manifestazione non autorizzata, sfociata in guerriglia urbana, aveva visto per tre ore consecutive le forze dell'ordine fronteggiare gruppi violenti che al grido di "libertà" avevano danneggiato alcuni esercizi pubblici per protesta contro le restrizioni del governo Conte contro la pandemia. Nel corso della mattinata, dice una nota Ansa, verranno resi noti gli esiti dell'operazione.


(notizia in aggiornamento)




1,069 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007