• Redazione/litaliamensile

CASTELLINO (FORZA NUOVA): "TOGHE PARTIGIANE CONTRO DI NOI, MA IL VENTO NON SI FERMA"


CASTELLINO (FORZA NUOVA): "TOGHE PARTIGIANE CONTRO DI NOI, MA IL VENTO NON SI FERMA"


"Sentenza giacobina, un vero plotone di esecuzione contro chi si oppone alla dittatura giudiziaria e al totalitarismo sanitario.

Non paghiamo certo per reati che non abbiamo commesso, e a dirlo sono stati tutti gli agenti presenti quel giorno al Verano, paghiamo per la lotta a questo sistema", subito dopo l'inverosimile condanna di primo grado a 5 anni e mezzo, questo è il commento del dirigente nazionale di Forza Nuova, Giuliano Castellino.


"La banda Albamonte, travolta da scandali gravissimi, ha colpito duramente. Le toghe partigiane e militanti mirano alla difesa del deep State e al massacro di chi ancora non vuole inginocchiarsi. È un regime marcio fino al midollo che, proprio perché alle corde, colpisce rabbioso. Del resto - continua Castellino - l'italietta di oggi è piena di servi e burattini, compresi quei finti antagonisti e rivoluzionari da tastiera che da anni hanno isolato chi non voleva morire con la museruola o a braccetto con il sistema".


"Ma - conclude l'esponente di Forza Nuova - questa condanna è per noi come una medaglia da appuntare sul petto. Il loro odio ci rende più forti.

Lo diciamo da tempo, come cantava De André, possono solo farci perdere tempo, ma il vento non si ferma.

Oggi il mio abbraccio più sentito va a Vincenzo Nardulli, mio compagno di prigionia e di processo, e a tutti i ragazzi detenuti da uno Stato rappresentato degnamente da Palamara e Zaia, autentici servi dei nemici del popolo".


https://youtu.be/3EstOh2NoNw

0 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007