• Giuliano Castellino

CASTELLINO (FORZA NUOVA ROMA): 25 APRILE, SE CANTATE DAI BALCONI BELLA CIAO, VOLANO INSULTI

Aggiornato il: apr 7



INIZIATIVA ANPI PER IL 25 APRILE: SE CANTATE "BELLA CIAO" DAI BALCONI VOLANO INSULTI. L'ITALIA HA BISOGNO DI UNITÀ, NON DI ODIO, MENZOGNE E TRADITORI! https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/04/03/news/coronavirus_roma_l_invito_dell_anpi_il_25_aprile_affacciamoci_alla_finestra_e_cantiamo_bella_ciao_-253018609/ In un momento drammatico come quello attuale l'Anpi lancia una campagna per il 25 aprile, cantare dai balconi "Bella Ciao". Siamo tutti agli arresti domiciliari, stiamo senza soldi e senza lavoro - a differenza dei neo-partigiani tutti figli di papà e della borghesia romana e italiana - non ci rompessero il 25 aprile con la festa del tradimento e della sconfitta, che non abbiamo nulla da festeggiare. L'Italia antifascista, quella che i loro nonni hanno tradito e venduto agli anglo-americani e i loro padri a Bruxelles, è l'Italia della Caporetto sanitaria, che ha visto chiudere ospedali, tagliare posti letto, far emigrare medici e ricercatori, far trovare l'Italia impreparata di fronte all'emergenza. L'Italia, quella antifascista, che questi nostalgici dell'Anpi vorrebbero cantare dai balconi, è quella disarticolata e crollata di fronte al Coronavirus, che ha visto chiudere le scuole, serrare le attività lavorative e far rivoltare le carceri. È l'Italia partigiana af... fondata sul lavoro e sull'antifascimo, che ha recluso 60 milioni di italiani, che fa occupare le case dei ricoverati da rom e immigrati, priva i propri cittadini delle libertà personali, ne traccia i percorsi con i cellulari, invita alla delazione la popolazione e riempie le strade di checkpoint e posti di blocchi, lasciando aperti confini, campi rom e centri di accoglienza. L'Italia, quella antifascista, che vorrebbe affacciarsi e cantare l'inno dei traditori, è l'Italia della disoccupazione e della disperazione, che a detta del Ministro Boccia, vedrà un'economia di guerra, col 70% delle aziende in chiusura e milioni di senza lavoro e chissà quanti senza casa all'orizzonte. Cosa avranno da cantare non si sa... L'Italia, quella antifascista, è una nazione senza futuro, sotto botta dell'OMS e della nuova globalizzazione cinese, in fila con le mascherine, senza volto, senza sorrisi, senza espressione, senza anima e senza messe. Forse l'Italia che sognavano i comunisti nostrani, non certo la nostra Italia! L'Anpi la smetta di prendere soldi ai contribuenti e di campare con il denaro pubblico, magari lo lasci a quei padri di famiglia che hanno perso il posto di lavoro. L'Anpi non provi a fomentare ancora odio, menzogne ed ignoranza. La misura è colma. Abbiamo bisogno di tutto tranne che di questi nostalgici del tradimento e del colpo alla schiena. L'Italia ha bisogno di leoni, non di conigli. Ha bisogno di unità, di popolo, non di chi ancora sparge veleno e divisioni. Altro che "Bella Ciao", il 25 Aprile "il ballo del mattone!"

0 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007