• Giuliano Castellino

APPELLO 17 10 2020: TUTTI A ROMA CON IL COMITATO BOCCA DELLA VERITÀ. FUORI LA RAI PER LA LIBERTÀ!

Aggiornato il: set 26

APPELLO 17 10 2020: TUTTI A ROMA CON IL COMITATO BOCCA DELLA VERITÀ, FUORI LA RAI PER LA LIBERTÀ!


Belli, Galloni, Viglione, Trabucco, Sinagra e Castellino lanciano un appello alla mobilitazione.


IL POPOLO DEL 5 SETTEMBRE CHIEDE UNITÀ!


Il Comitato Bocca della Verità, fortemente voluto dalla piazza popolare del 5 settembre, fa appello all’unità nella lotta per le libertà.


A differenza di altre mobilitazioni, ancora legate al secolo scorso, avvellenate da ideologie e interessi di parte, il COMITATO BOCCA DELLA VERITÀ rilancia una mobilitazione unitaria e di popolo.

La gestione terroristica del Covid vuole puntare a breve ad un nuovo lockdown, spacciato come conseguenza dell’apertura delle scuole.


Troppi aspettano ancora la cassa integrazione di aprile, tantissimi sono alla fame e almeno 2 milioni di disoccupati sono in arrivo.


Anche gli Italiani sono stanchi di vedere i loro figli trattati come comparse di un B movie di fantascienza, con "pistole" laser puntate alla testa, mascherine e innaturali distanziamenti.


Il cavallo di Troika della pseudo pandemia sembra avanzare inesorabile e lo scenario distopico si impone ai nostri occhi ogni giorno di più, pompato da nuove “profezie” catastrofiste e umilianti, prima di tutto per l’intelligenza.


Oltre al problema drammatico della mal gestione della pandemia, stiamo rischiando una vera carestia, dove i primi a salatare sono le partite Iva, i commercianti e i precari.

Per disoccupati e pensionati sembra non esserci scampo.


SIAMO TUTTI ASINTOMATICI AI VIRUS DEL SISTEMA!


Nello spirito del superamento degli schemi ideologici destra-sinistra e del necessario scacco matto al divide et impera desiderato dalla dittatura che il deep State impone con la scusa dell’emergenza sanitaria, per le libertà costituzionali, contro l'OMS, i prestiti usurai di Bruxelles e le ingerenze internazionali o filantropiche, il COMITATO BOCCA DELLA VERITÀ chiama ad un fronte unitario e sempre più ampio di lotta che punti alla costruzione consapevole dell'opposizione al regime e al pensiero unico insieme agli altri popoli europei.


CONTRO IL TERRORISMO MRDIATICO, PER LA LIBERTÀ!


Madri, nonne, Partite Iva, insegnanti, precari e intellettuali, militanti nazional-popolari, eretici contro i dogmi del pensiero unico, medici e scienziati, professionisti, padri di famiglia, studenti e disoccupati, dopo il 5 settembre nuovamente a Roma, chiamano tutti gli italiani alla MOBILITAZIONE il prossimo 17 ottobre.


Una sola lotta di libertà. Senza divisioni: una piazza, una grande manifestazione, una piazza di vera liberazione.


La lotta unitaria e rivoluzionaria del popolo per le libertà naturali e costituzionali, non si ferma, anzi: cresce in numeri, forza e consapevolezza e vuole unirsi alla lotta di tutti i fronti in campo.


La gestione criminale del Covid non deve passare.


NOI SIAMO LA BOCCA DELLA VERITÀ, IL POPOLO UNITO E CONSAPEVOLE IN LOTTA!


SABATO 17 10 2020

FUORI LA RAI!


CONTRO IL MAINSTREAM E LA TV DI STATO.


PER LA LIBERTÀ!

PER L'UNITÀ DI POPOLO!

PER LA GIUSTIZIA SOCIALE!



"Il senso di appartenenza alle propria storia ed origini si risveglia quando le stesse famiglie e lo stesso popolo vengono minati nella loro salute . Uniamoci per proteggere il futuro nostro e dei nostri figli contro la ditattura sanitaria con una sola voce per proteggerci dal pericolo di essere estinti".

(Pierfrancesco Belli

Presidente commsione rischi ed etica sanitaria istituto INCER)



"Quando le dittature (sanitaria, economica, finanziaria, scolastica e alimentare) avanzano, il popolo ha il sacrosanto diritto di unirsi ed il sacrosanto dovere di ribellarsi"

(Nino Galloni - Economista)



"Le tanto decantate democrazie occidentali sono in profonda crisi. Come ben scrive Giorgio Agamben, in nome della biosicurezza e della salute il modello democratico con i suoi diritti, i suoi Parlamenti e le sue Costituzioni "sta ovunque cedendo il posto ad un nuovo dispostismo in cui i cittadini sembrano accettare limitazioni delle libertá senza precedenti". Non si tratta di essere "negazionisti", come una certa stampa ama impropriamente ed erroneamente definire quelle donne, quegli uomini, quei bimbi che sono scesi in piazza per esprimere pacificamente la propria contrarietá ad un diritto emergenziale che sta diventando ogni giorno di piú normalitá consolidata. É inaccettabile che una componente del Governo (organo costituzionale complesso), ossia il Presidente del Consiglio dei Ministri, con atti formalmente amministrativi ma sostanzialmente normativi (i noti DPCM), benché fondati sui decreti-leggi, sia arrivato, in alcuni casi, a comprimere in maniera assoluta alcuni diritti costituzionalmente tutelati (ad esempio la sospensione totale, durante la chiusura, delle cerimonie religiose, peraltro in palese violazione del Concordato e riprese solo con il decreto-legge n. 33/2020) senza assicurarne la minima operativitá (sent. n. 67/1990 Corte cost.). Nessuno nega il diritto alla salute, l'unico ad essere definito fondamentale nella Costituzione all'art. 32, ma questo non puó in alcun modo, anche in una logica di bilanciamento e prevalenza, portare all'affermazione di un principio generale di non libertá, relegando la stessa a spazi interstiziali. Non possiamo permettere che la distopia orwelliana diventi realtá. Esiste un diritto alla dignitá della persona, insito nella sua stessa natura di sostanza individuale di natura razionale, per dirla con il filosofo Boezio, che nessuna legge o decretou del Presidente del Consiglio dei Ministri potrá mai annichilire".

(Daniele Trabucco - Costituzionalista)



"Tutto quanto sta accadendo nel mondo, e anzitutto il Italia, dimostra palesemente la costruzione di una nuova e drastica fase del "Nuovo Ordine Mondiale": quella del transumanesimo, che prevede un'umanità monisticamente egualitarizzata dal punto di vista economico, lavorativo, mentale, religioso, culturale, perfino sanitario. Si sta creando la "monade" chiusa dentro casa e terrorizzata dal prossimo, sgomenta di odio e paura, controllata con app e chip, totalmente arresa a ogni decisione del potere mondiale, come un giocattolo nelle mani di un mostro, di cui la museruola sulla bocca è simbolo inequivocabile. Chi non vede tutto questo e non si oppone, è complice di questo mostro. Occorre una re-azione popolare che coinvolga tutti i livelli: politico, legale, economico, monetario, religioso, antropologico. Siamo a una svolta epocale della storia umana e ogni uomo è chiamato a scegliere da quale parte stare. Chi non sceglie, ha già scelto. Siamo in guerra: prima lo capiamo, prima reagiamo, più avremo chance di salvezza". (Massimo Viglione - Storico)



"Quando vengono minacciate e attaccate le libertà e i diritti dei cittadini, in nome di un regime politico e di un governo illegittimo, il popolo non ha il diritto ma il dovere di insorgere con ogni mezzo e in ogni modo, in nome di una esigenza che affonda le sue radici non solo nella violazione dell'ordine costituzionale, ma che si chiama legittima difesa individuale e collettiva". (Augusto Sinagra - Prof. Ord. fr nella Università "Sapienza" di Roma - Avvocato)



"Oltre la destra e la sinistra, oltre le ideologie del secolo scorso, contro la dittatura sanitaria, finanziaria, giudiziaria, mass mediatica e culturale urge l'unità popolare per la lotta di liberazione nazionale. Unità nella pluralità è stato lo spirito della Bocca della Verità. Unità nella pluralità chiede oggi il popolo italiano".

(Giuliano Castellino - Direttore L'Italia Mensile)





1,479 visualizzazioni

La tua privacy è importante per noi, le tue informazioni sono sicure al 100% e non verranno mai condivise con nessuno

2020 © Cooperativa Editoriale Italia Futura, Via Paisiello 40 00191, Roma P. IVA 0000015628011007