• Giuliano Castellino

5 MAGGIO: GIORGIO VALE. IL SUO NOME NON CI PERMETTE RESA!

5 MAGGIO: GIORGIO VALE. IL SUO NOME NON CI PERMETTE RESA!


Quando avevo nove o dieci anni giocavo a pallone in un ovale terrazzato che dava sulla pianura sottostante di piazzale Clodio a Belsito, zona alta della Balduina.


Giocavo con due fratelli molto simpatici che mi avevano molto gentilmente invitato a giocare in una partita che vedeva due squadre di cinque contro cinque se non ricordo male.


Quei due fratelli così bravi oltretutto nel trattare la palla erano i fratelli Vale.


Giorgio era il più piccolo.

Dell'altro non ricordo il nome.


Più tardi del 1969, nel 1979, Giorgio passava in moto per piazza Balduina, dove noi di TP difendevamo ogni giorno la riconquista del quartiere.


Era un periodo in cui eravamo facile bersaglio, basti pensare che nel 1977 era stato ucciso Walter Rossi.


Allora Giorgio era una specie di aquila volante che sorvegliava gli aquilotti.


Gli volevo molto bene.

Anche perché lui così scuro di pelle, ed io ho sempre avuto ammirazione per Martin Luther King.


Andrea Insabato

Militante di Terza Posizione

Amico e camerata di Giorgio Vale




207 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti